Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 21.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Spezia all'attacco per non autoinfliggersi la beffa

Un occhio a Benevento ma la testa al "Picco": c'è da perforare la miglior difesa del campionato, abbonata allo 0-0. Dentro insieme Fabbrini, Mastinu, Giannetti e Granoche? E' un'ipotesi. Occhio all'uomo mercato Lores Varela.

Spezia all´attacco per non autoinfliggersi la beffa

La Spezia - Ci sono tanti epiloghi sotto le aspettative possibili a questa stagione. Ma ce n'è uno che davvero sarebbe il più amaro di tutti: bloccati in casa dagli arcirivali del Pisa già retrocessi mentre il Benevento ferma il Frosinone e riapre la corsa play-off. E' il caso estremo quello che Mimmo Di Carlo deve evitare oggi pomeriggio. C'è un solo modo: battere i toscani e poi lanciare un occhio alla rete per capire cosa succede sugli altri campi sperando che, ogni tanto, qualcosa vada storto anche alle altre.
Al "Picco" il rischio da evitare si chiama "0-0". E' un rischio reale per uno Spezia che non segna da 280 minuti (gol di Granoche non visto a parte...) contro un Pisa che ha la miglior difesa del campionato e di partite a reti bianche ne ha portate a casa dieci. In pratica un match ogni quattro con protagonisti di Gattuso boys vanno agli archivi senza reti. Sbloccarla subito, questa l'idea degli aquilotti, per non doversi trovare con l'obbligo di farlo quando le energie saranno meno.

Qui Spezia. Dentro insieme Granoche, Giannetti, Mastinu e Fabbrini? E' una soluzioe provata in settimana. Ne giocano di sicuro tre: che sia 4-2-4 o 4-3-1-2. In porta va Chichizola per la sua ultima partita al "Picco" dopo tre stagioni da titolare inamovibile, con Vignali, Terzi, Valentini e Ceccaroni dietro. In mediana c'è Maggiore, con lui Djokovic e poi uno tra Fabbrini e Errasti a seconda del modulo. Davanti di nuovo il doppio attaccante e almeno un fantasista.

Qui Pisa. Retrocessi e falcidiati dalle assenze (sono otto) su un campo di certo non amico. Le pressioni alla fine ci sono anche per Mannini e compagni, che non possono chiudere con una bruttta prestazione qui oggi pomeriggio. Sarà 4-3-3 con Cardelli in porta difeso da Lisuzzo e Del Fabro centrali, Longhi a sinistra e Birindelli jr (giocò anche all'andata) a destra. Verna, Lazzari e Angiulli in mediana fanno la spola tra la difesa e un trio formato da Mannini, Massucci e Lores Varela, uno che non scenderà in Lega Pro con i toscani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure