Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Novembre - ore 22.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Spezia Basket vince anche contro Bra, adesso i play-off non sono solo un sogno

Spezia Basket vince anche contro Bra, adesso i play-off non sono solo un sogno

La Spezia - SPEZIA BASKET CLUB TARROS – ABET BASKET BRA: 71-60
(20-21; 39-34; 55-44)

SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Giachi 7, Pipolo 6, Mencarelli 1, Dal Padulo 11, Santoni 18, Caluri 0, Colombo 0, Stefanini 9, Fazio 19, Manzini n.e. Coach Marco Mori
ABET BASKET BRA: Gramaglia 0, Giusto 22, Rinaldi 18, Tunzi 0, Maffeo 3, Gatto 2, Cagliero 7, Giuggia 4, Maccagno 4, Cortese n.e. Coach Alessandro Abbio

Dopo la vittoria contro Boffalora, quando per la prima volta al PalaSprint si è pronunciata la parola play-off, a molti è sembrato solo un azzardo. Ora, dopo l’affermazione di questa sera contro il Bra ed alla luce della prestazione di tutto il roster bianconero, è chiaro che si tratta di un traguardo difficile, ma non irraggiungibile, di un sogno, da inseguire sino all’ultimo. La Tarros ha dimostrato di poterlo e volerlo fare. Quella vista in campo contro i piemontesi è infatti una squadra che è cresciuta moltissimo rispetto ad inizio stagione, una squadra consapevole dei propri mezzi, che fa del gruppo uno dei propri punti di forza e di cuore e grinta le proprie armi vincenti.

“Una partita non facile, gestita molto bene; una vittoria fortemente voluta e conquistata con determinazione”: questo il commento di Presidente Danilo Caluri al termine del match che è valso il settimo sigillo stagionale della sua squadra: “Io ho sempre detto che il nostro progetto aveva bisogno di tempo per concretizzarsi ed il tempo ci sta dando ragione. I progressi di questo gruppo penso proprio siano sotto gli occhi di tutti”.

In effetti gli spezzini hanno messo sul parquet un’intensità di gioco, una circolazione palla, una difesa davvero di altro tenore rispetto a quelle di inizio stagione, dimostrando anche una notevole maturazione nella gestione del match e dei suoi momenti critici. I bianconeri, infatti, sono stati bravi a non cadere nel gioco dei piemontesi, ma ad imporre il proprio; a trovare le chiavi giuste per scardinare gli schemi avversari; a non perdere la testa e la calma; a piazzare il break decisivo e frenare sul nascere un possibile contro-break.

Il match inizia all’insegna dell’equilibrio: nel primo quarto la Tarros si porta avanti, ma la differenza punti è davvero molto esigua e sono gli ospiti a chiudere in vantaggio i primi 10 minuti di gara, seppure con il minimo scarto. Il secondo tempino è praticamente la fotocopia del precedente, ma sono i padroni di casa ad andare alla pausa lunga avanti, con un margine di 5 punti. La svolta della partita si ha nel terzo quarto, un quarto che si apre con i piemontesi sulla lunetta per un fallo tecnico alla panchina bianconera fischiato prima del rientro negli spogliatoi. Un libero e due canestri da due e in tre minuti i piemontesi ristabiliscono la parità. È tutto da decidere e la Tarros prende il mano il match: i bianconeri, in quattro minuti, piazzano un break di dieci punti che permette loro per la prima volta di allungare davvero ed anche di sorprendere e “stordire” gli avversari. Il Bra accusa il colpo e riesce a trovare, in tutto il quarto, solo altri due canestri nel finale. All’ultima frazione di gioco la Tarros si presenta sul + 11: un buon margine; non una sicurezza, ma un bottino da gestire. Gli spezzini lo fanno al meglio, dimostrando grande maturità e non perdendo la testa neanche di fronte alla pressione ed ai falli dei cuneesi ed ai loro tentativi di riavvicinamento. Il gap di 11 punti resta anche alla sirena: il tabellone segna 71-60 e sancisce il settimo sigillo stagionale per i ragazzi di coach Mori. Una vittoria che significa aggancio in classifica alla Sportiva Boffalora, sconfitta da Cantù, e, almeno momentaneamente, anche al Follo che sarà impegnato domenica nel difficile match contro la capolista Oleggio.

Il prossimo appuntamento per la Tarros è domenica sul parquet di Domodossola, a caccia di altri due punti. Per continuare ad inseguire un sogno.










© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News