Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Luglio - ore 23.42

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Solita grinta Cagni: "Rappresento tutta una generazione di tecnici"

Conferenza in italiano e dialetto bresciano. "Entusiasmo che neanche un giovane".

Solita grinta Cagni: `Rappresento tutta una generazione di tecnici`

La Spezia - "Mi ero detto che se a fine di quest'anno non avessi avuto alcuna richiesta, sarei andato in pensione. Senza abbandonare il calcio, che mi piace sempre vedere. Ora ho obiettivi molto forti, mi sento di rappresentare una generazione. Ma perché un allenatore esperto non dovrebbe allenare dei giovani? Voglio dimostrare il contrario. Mi manca il tempo perché ci sono solo dieci partite". E' una grande ritorno quello di Gigi Cagni. Usa il dialetto bresciano per raccontare i suoi aneddoti - dai tempi dell'oratorio ai Gino Corioni - nella prima conferenza stampa da allenatore del Brescia.
Di fatto era dai tempi delle conferenze stampa dietro la tribuna del "Picco" che il 66enne non aveva in mano una squadra. Il piglio di allora non è stato intaccato da questi anni di aggiornamento in giro per il mondo, con breve parentesi alla Sampdoria. "Mi hanno chiesto: ci credi? E io gli ho detto sì. Per la qualità tenica dei giocatori sì, poi servirà tutto il resto. Ho assicurato una cosa ai ragazzi: non esiste nessun tifoso che ti critica se tu sul campo dai tutto".

Concetti diretti come sempre. Come quando, una delle ultime panchina con lo Spezia, esplicitò il fatto che Antenucci, oggi alla Spal, sarebbe andato in tribuna perché non si sentiva di fare l'attaccante esterno. "Sono arrivato con l'entusiasmo che neanche un giovane. So di rischiare tanto perché sono di Brescia e ho giocato una vita qua. In totale 13 anni, dalle giovanili in poi. I tanti gol presi? E' un problema nazionale, non solo del Brescia. Ai miei tempi un attaccante in area che la prendeva in mezzo a due difensori non esisteva. Noi dobbiamo mettere a posto la fase difensiva, perché un gol siamo sempre capaci di farlo. Sabato contro lo Spezia? Gioca chi mi dà più garanzie dal punto di vista mentale e fisico. Io sono ottimista".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure