Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 03 Dicembre - ore 07.33

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Servono 13mila posti per fare la prossima serie A

Questo si aspetta la Lega di serie A dalla Spezia nei prossimi mesi. Senza un progetto di ristrutturazione approvato entro la primavera, lo Spezia rischierebbe di dover tornare a giocare fuori città in caso di salvezza in questo campionato.

l'altra salvezza

La Spezia - La conferma dello Spezia in serie A, la conferma della Spezia in serie A. Si gioca su due campi la liceità della presenza di un club e di una città nel massimo campionato calcistico. Uno è quello da gioco, dove Vincenzo Italiano ed i suoi uomini hanno già dimostrato di non voler lasciare nulla di intentato. L'altro è il campo della burocrazia e della politica, dove c'è da tessere la tela degli accordi, delle convergenze e del reperimento delle risorse per adeguare lo stadio "Alberto Picco" ad un'eventuale seconda stagione tra le grandi. L'ipotesi ancora lontana all'orizzonte, ma non per questo meno reale, è quella di una beffa atroce: lo Spezia salvo sul campo che si ritrova a dover giocare nuovamente fuori città. Non sarà comunque Cesena, ma qualsiasi nuovo esilio, magari per lunghi mesi, sarebbe un duro colpo da digerire per tutti.

La macchina della ristrutturazione del vecchio Picco, che oggi prova a mettersi in moto, deve fare la corsa su due riferimenti. Uno è un cerchio rosso sul calendario alla data della prossima primavera. Se per allora non ci sarà un progetto approvato ed autorizzato, già passato al vaglio degli organi preposti, difficilmente sussisteranno i tempi tecnici per iniziare i lavori in tempo. Per avere lo stadio pronto a settembre 2021, il cantiere dovrà infatti partire appena terminato il campionato.
Il secondo è invece indicativo di cosa si richiederà al Picco per ospitare l'eventuale serie A 21/22: un capienza minima di circa 13mila spettatori. E' quanto gli emissari della Lega di serie A si aspettano la Spezia possa offrire al calcio, sperando che dalla prossima stagione la pandemia sia solo un ricordo e gli impianti possano essere di nuovo aperti al pubblico.

Se i lavori in corso in queste settimane sono cuciti addosso alle esigenze televisive, la prossima tranche di opere dovrà invece garantire funzionalità, sicurezza e spazi a chi il calcio lo vive dal vivo. Il Picco oggi conta 10.336 posti a sedere nella sua configurazione pre Covid. Ce ne sono quindi da trovare quasi 3mila per soddisfare le richieste della FIGC. Come già in passato era parso evidente, l'unica via è mettere finalmente mano alla tribuna e al suo impianto originario del 1933 per trovare nuovi spazi ed evitare di vedere eventualmente lo Spezia obbligato a cercare ospitalità altrove o, peggio, rinunciare alla categoria.

Non solo. Sulla scrivania della commissione criteri infrastrutturali della Lega serie A ci dovrà comunque essere un cronoprogramma che preveda un ulteriore step di lavori per portare la capienza a 16mila. In pratica, seguendo la logica e sulla falsariga di quanto fatto in altre città, la tribuna rifatta in una prima estate e la curva ospiti eventualmente da ritoccare in caso di una seconda salvezza consecutiva sul campo. In totale una spesa, secondo una stima dell'amministrazione di un paio di anni fa, di circa 23 milioni.
Fondi che rimangono da trovare, che sia il pubblico, il privato o una compartecipazione di entrambi a garantirli. Il progetto di fattibilità dovrebbe invece vedere la luce entro l'anno. Lo studio di architettura Dontstop di Milano ha già fatto pervenire un paio di bozze, su cui sono state fatte osservazioni e note per essere integrate nel progetto definitivo. Anche in questo caso, il tempo a disposizione non è poi molto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News