LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Settembre - ore 13.24

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia

Serena: "Crotone squadra che non molla mai"

Spezia orientato riproporre il 4-3-3. Assente Bovo, Schiavi torna per la panchina. Madonna in campo con la Primavera.

Serena: `Crotone squadra che non molla mai`
La Spezia - Senza Bovo, ma con uno Schiavi che quantomeno rivedrà la panchina. E' ancora alle prese con gli infortuni lo Spezia che domani al "Picco" ospita il Crotone. Due soli punti in quattro partite, a digiuno di gol da 270 minuti, Michele Serena deve riuscire ad invertire il trend negativo delle ultime uscite. Per muovere la classifica certo, ma anche per consolidare una panchina che, al di là della fiducia incassata anche ieri da Gabriele Volpi, difficilmente potrebbe rimanere sua ancora a lungo senza una sterzata.
"Una settimana difficile, ma per altri motivi", questo l'unico commento sulle turbolenze sfociate nella conferenza stampa del presidente onorario di ieri. Gli 'altri motivi' sono legati al lutto che ha colpito la sua famiglia in settimana. "Facciamo la conta dei disponibili: perdiamo Bovo che è uscito per infortunio contro la Pro Vercelli, ma ritroviamo Schiavi che torna in panchina. Okaka? E' con noi, speriamo senza infiltrazioni. Madonna invece va a giocare con la Prmavera, ha bisogno di riniziare graudalmente e di riassaggiare una partita prima con i giovani. Il modulo sarà orientato a quello visto nell'ultima partita".

Si parla di calcio e solo di quello dunque. Anche perché ormai mancano solo le parole del campo: quello che nel football ha sempre l'ultim parola. "La squadra che affrontiamo ha nelle sue corda la capacità di non mollare mai. L'ultima dimostrazione è arrivata martedì in cui sono andati sotto a poco dalla fine e hanno avuto la forza di riacciuffare il risultato proprio allo scadere. Anche a Vicenza hanno fatto lo stesso, sono una squadra accorta che sfrutta le ripartenze al massio. Bisognerà stare attenti, sarà match difficile: ma d'altra parte in questa categoria sono tutti così".
Si ritorna sulla sconfitta di Vercelli. Un inizio timoroso, una parte centrale in cui lo Spezia sembrava aver trovato la chiave della partita. Poi il ritorno dei padroni di casa e dopo il vantaggio nessuna vera reazione. "Non ho niente da rimproverare ai ragazzi, hanno dato tutto quello che avevano. Iacobucci ha fatto parate importanti è vero, ma anche il loro numero 1 ha salvato il risultato. Ci è mancato il gol, ma le nostre occasioni le abbiamo avute. Lo Spezia è in difficoltà, non nascondiamoci dietro un dito".

"Le assenze? Ci sono, è un dato di fatto. Ma non ci piangiamo addosso". Il centrocampo non è piaciuto nelle ultime uscite, con l'assenza di Di Gennaro è venuta a mancare l'imprevedibilità e l'ultimo passaggio. "Di Sammarco sono contento, perché sappiamo bene quali problemi ha avuto all'inizio. Non ha fatto praticamente la preparazione, se non con i fuori risa della Samp. Si sta impegnando molto e ha la nostra massima fiducia. Crisetig mi sta soddisfacendo, è un '93 e nel ruolo di regista credo si possa prendere sulle spalle la squadra quando servirà tenere di più il pallone. Si candida in maniera seria a giocare".
Altra nota riguarda l'attacco, l'ultimo gol su azione risale addirittura a Livorno quasi un mese fa. "Ma non penso sia per l'assenza di Di Gennaro. E' evidente che per chi fa l'attaccante il gol è importante: dà fiducia e stimoli. Devono stare tranquilli e sapere che li aspettiamo: la saggezza calcistica insegna che il gol arriva quando meno te lo aspetti. Vadano avanti su questa strada e arriveranno anche i risultati".
Nel Crotone mancherà invece il bomber Gabionetta, una delle rivelazioni di questo primo scorcio di campionato. Con i suoi 5 gol in 11 partite (l'anno scorso ne segnò 6 in 26) è un po' l'uomo simbolo dei calabresi oggi. "Gabionetta è un giocatore importante, ma loro hanno altri bravi attaccanti con le sue caratteristiche quindi non credo che questo sia per noi un vantaggio così netto".

Lo Spezia avrà in campo tanti giovani anche domani. "Inesperienza? Sapevamo che i giovani hanno un prezzo da pagare in questo senso, li abbiamo scelti lo stesso perché crediamo che possano risultare importanti e certi errori he si fanno in gioventù sono parte di un percorso di crescita che va messo in conto. Siamo contenti del loro rendimento comunque, e questo non deve costituire un alibi. Per capirci, non vuol dire che possono sbagliare sempre. Qua tutti si devono prendere le proprie responsabilità, sia quelli più scafati che gli esordienti".
© RIPRODUZIONE RISERVATA









21/08/2014 19:00:00
17/08/2014 23:05:08
14/07/2014 19:41:09
Zona Franca di Francesca Benelli
04/07/2014 13:40:09
02/06/2014 15:42:30
03/04/2014 13:30:00
17/12/2013 11:23:47
























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi, Selene Ricco.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure