Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 22.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Separati in casa, quant'è difficile a volte vendere

Risparmiati dalle partitelle e dai contrasti pericolosi, Datkovic, Piccolo, Ciurria e Cisotti sono a Pontremoli in attesa di cessione. Per tre su quattro si cerca una soluzione definitiva.

Separati in casa, quant´è difficile a volte vendere

La Spezia - Attenti a quei quattro. Attenti che non gli succeda quello che purtroppo è avvenuto a Giulio Maggiore: forse un contrasto o forse un piede messo male e una caviglia che si gonfia. Datkovic, Piccolo, Ciurria e Cisotti sono a Pontremoli per dovere di firma in questi giorni di ritiro per lo Spezia Calcio. Dei veri e propri separati in casa, in attesa che il mercato in uscita batta qualche colpo e si riesca a sfoltire una rosa più da football americano che da squadra di calcio.
Non hanno partecipato né alla partitella contro la Pontremolese e neanche a quella contro il Seravezza Pozzi per precauzione. Durante gli stessi allenamenti, sono esclusi da alcune esercitazioni tattiche più specifiche. "Rosa numerosa? I calciatori sono al corrente delle nostre valutazioni, di certo quando andiamo a toccare aspetti tecnici ci concentriamo maggiormente su chi farà parte del nostro progetto", spiegava Fabio Gallo.

Situazioni differenti coinvolgono i quattro esuberi. Cisotti, Piccolo e Datkovic sono giocatori di cui lo Spezia vuole liberarsi definitivamente. Il primo è di difficile utilizzo nel 3-5-2, il secondo non ha quelle caratteristiche di esperienza e tempismo che si cercano per la difesa del prossimo anno. Entrambi hanno ingaggi importanti: superiore ai 200mila euro quello dell'attaccante, attorno ai 180mila quello del croato. Anche lo stesso Cisotti, che piace al Pordenone, presuppone un impegno importante per un club di Lega Pro.
I tentativi per cederli per adesso non hanno portato molto lontano. Piccolo è promesso sposo al Parma da gennaio scorso, ma un po' la richiesta di soldi per il cartellino e un po' l'offerta di uno stipendio al ribasso da parte dei ducali bloccano l'operazione. Il fatto poi di aver concesso a Signorelli (che pure ha rinunciato allo stipendio di luglio) un contributo di 40mila euro per accordarsi con la Salernitana complica il dialogo con Faggiano.

Si è provato a proporre Datkovic a Nenad Bjelica e al suo Lech Poznan, ma la scelta dell'uomo di Osijek è caduta su un altro elemento. Anche in questo caso, il rischio è di dover mettere mano al portafoglio per sbloccare la situazione. Discorso diverso per Ciurria, per cui lo Spezia vorrebbe andare al prestito per garantirgli un'altra annata di crescita dopo quella tra Bolzano e Siena di un anno fa. Non mancano le pretendenti anche in questo caso. L'idea era quella di piazzarli prima dell'inizio del ritiro, che ormai finirà tra soli quattro giorni, ma così non sarà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure