Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Settembre - ore 15.27

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sei giorni per firmare i rinnovi, ecco le linee guida

La FIGC pubblica l'idea generale che dovrebbe permettere di estendere i contratti in scadenza fino al 31 agosto. Ingaggi riparametrati e proporzionati agli accordi in essere. Ma serve anche tanta "comunità d'intenti".

il 30 giugno è vicino
Sei giorni per firmare i rinnovi, ecco le linee guida

La Spezia - I prestampati erano già arrivati in sede, mancava una legenda su come compilarli. Adesso c'è anche quella. Entro il 30 giugno lo Spezia deve trattenere otto prestiti e un calciatore in scadenza di contratto, dare il via libera a lasciare almeno cinque propri atleti tra le rose di altre squadre e poi concentrarsi solo sul cavare il meglio da questa estate di calcio giocato. Un surplus di lavoro per Guido Angelozzi e per Piero Doronzo, solitamente già con la testa al calciomercato vero in questo periodo dell'anno. La parola della settimana è modulo federale, una formalità burocratica, una scrittura privata ma con il logo della FIGC che da parte sua recepisce i desiderata di aprile della FIFA e spera in un "clima di unità di intenti cui deve ispirarsi il sistema calcio per affrontare la straordinarietà originata dalla emergenza COVID-19".

Perché per chiedere ai calciatori di serie B di fermarsi per uno (in caso di stagione regolare) o due (in caso di spareggi) mesi in più conta soprattutto la loro volontà. Due le casistiche in casa aquilotta: i prestiti da altri club come Di Gaudio, Ragusa, Scuffet, Marchizza, Federico Ricci, Luigi Vitale e Nzola. Per tutti serve l'adesione alla causa, e da questo punto di vista il club è fiducioso sul commitment dei suddetti. D'altra parte tutti questi hanno trovato alla Spezia il modo di rilanciarsi dopo annate difficili oppure un vero e proprio trampolino verso la serie A, che peraltro ancora possono raggiungere in maglia bianca.
Per non far sollevare il sopracciglio alla Covisoc, la FIGC suggerisce dunque di riparametrare la "parte fissa", ovvero lo stipendio base senza bonus. Due le strade: suddividere "l’importo dovuto per la mensilità di giugno in ratei mensili di pari importo per i mesi di giugno, luglio e agosto" fino a fine stagione e poi "sulla base di 10 ratei mensili di pari importo a partire dalla mensilità di settembre 2020" per la prossima. Ovviamente, anche al di fuori di questa traccia si possono cercare accordi particolari.

Poi c'è il caso di Bidaoui, unico della truppa dello Spezia a titolo definitivo ma con contratto in scadenza al 30 giugno dopo aver firmato un biennale nel 2018. In questo la FIGC suggerisce, per estendere il contratto al 31 agosto di riproporzionare il trattamento economico "secondo i parametri del contratto al 30 giugno 2020, tenendo in ogni caso conto della attività effettivamente prestata e da prestarsi in squadra fino al termine della stagione". Qui si apre la strada in maniera più decisa ad un accordo ritagliato sui casi singoli. Per tutti la necessità di evitare conflittualità e trattative forzate, in questo chi ha aperto fronti sulle mensilità dei mesi Covid potrebbe avere maggiori difficoltà a sedersi ad un tavolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News