Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 07 Giugno - ore 09.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Scuffet esce a vuoto, troppi entrano in area e i centrali si perdono

In parità numerica Spezia superiore, poi l'arbitro Volpi abbocca all'amo di Insigne...

i voti
Scuffet esce a vuoto, troppi entrano in area e i centrali si perdono

La Spezia - Scuffet 5,5 - Va in difficoltà nell'azione del pareggio, mancando il pallone in uscita corta e disturbando Capradossi in stacco. E' il momento che rompe la resistenza spezzina, fino a quel punto efficace nonostante le difficoltà.

Ferrer 6 - Tiene a bada la fascia più veloce di Inzaghi, quella su cui lavora anche Letizia in arrivo dalle retrovie. Limita molto le discese sulla fascia, non potrebbe essere altrimenti.

Erlic 5,5 - Non chiude su Viola nel finale e lo lascia colpire a rete senza disturbo, più preoccupato da Coda che dall'evidente pericolo. Si era comportato bene come i suoi compagni fino al gol del pareggio.

Capradossi 5,5 - I problemi iniziano quando entra Coda e il Benevento inizia a giocare con due centravanti veri. In quell'assembramento in area saltano le marcature e Moncini trova il modo di colpire di testa tutto solo.

Marchizza 6,5 - E' il vaccino alla destra d'esperienza di Inzaghi, formando con Bartolomei e Gyasi un fronte compatto che aveva tenuto a distanza l'attacco migliore del campionato.

Bartolomei 6 - Lucidissimo a far girare il pallone con calma nel momento del vantaggio, fa le prove generali del gol con quell'assist per Mora che anticipa il replay targato Federico-Gyasi. Su punizione non scatta il colpo geniale.

Ricci M. 6 – Con il sinistro va vicino ad un gol che sarebbe stato clamoroso e meritato. Il centrocampo è il primo a doversi reinventare dopo il rosso a Mora e l'operazione riesce bene dopotutto finché ci sono motivazioni.

Mora 5,5 - Insigne lo punta, gli sbatte addosso e così lui si becca il secondo giallo alla mezz'ora. Qualcuno di ingenuo c'è in questa situazione, ma non gioca né nello Spezia né nel Benevento.

Ricci F. 6,5 - Tuona di solito il sinistro, ma oggi soprattutto pennella il destro che trova la spanna giusta per Gyasi in corsa. Fa il centrocampista di fascia per oltre mezz'ora e lo fa bene (dal 65' Di Gaudio 5,5 – Si sbatte, ma la partita si chiude poco dopo il suo ingresso)

Nzola 6 - Qualche stop lungo e qualche ritardo nel liberarsi del pallone di troppo. Caldirola lo provoca a ripetizione, lui mantiene la calma ma non tira fuori la sua prova più devastante.

Gyasi 7 – Ancora splendido finalizzatore in inserimento, ma devastante su tutta la fascia lanciando a Maggio le briciole del gioco. In inferiorità numerica gli tocca allontanarsi dall'area (dal 33'st Galabinov sv )


All. Vincenzo Italiano 7 - Partiamo da qui: è lo Spezia a rimanere in dieci, ma è il Benevento a compiere il primo cambio. Come le vecchie ammiraglie francesi, la meccanica dei bianchi permette di mantenere l'assetto anche su “tre ruote”. Si perde aderenza quando Inzaghi riempie l'area con un attaccante in più e allora una palla sporca non liberata per tempo ha più possibilità di finire sui piedi di un avversario. Ma il 4-4-1 d'emergenza aveva dimostrato di poter testa per oltre mezz'ora alla capolista. Ah, in undici contro undici non c'era dubbio su chi desse la sensazione di stare meglio in campo. Ma l'ingenuo arbitro Volpi si è lasciato prendere all'amo da Insigne, cambiando le carte in tavola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News