Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 10 Dicembre - ore 16.33

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Scuffet e Vignali sono l’amaro sul fondo del calice

Federico ha le polveri bagnate. I centrali giovani bene finché sono in campo. Bartolomei salva l’onore.

I voti
Scuffet e Vignali sono l’amaro sul fondo del calice

La Spezia - Scuffet 4,5 - Due buone uscite al limite dell’area. La terza non ha alcun senso logico e lascia a Tello lo spazio per batterlo con facilità.

Vignali 5 - Ottantasei minuti facendo tutto abbastanza bene, poi si appisola su un lancio da 50 metri e Tello è liberissimo di segnare un gol devastante.

Marchizza 6 - Tonico su Coda, che ha tanta esperienza in più di lui ma non può mai metterla a frutto perché marcato sempre con tempestività e decisione.

Capradossi 6 - Peccato perché se la stava cavando bene su un peso massimo come Coda. Un infortunio lo estromette dalla partita (dal 39’pt Terzi 6 - Dura poco il suo riposo tecnico)

Bastoni 6 - Si prende presto un giallo gratuito, ma poi è bravo a non ricadere nello stesso errore. Sporca un pallone pericolosissimo davanti a Scuffet e salva la porta (dal 28’st Ramos Sv)

Bartolomei 6,5 - Che scontro con Hetemaj, due mezzi corazzati in mezzo al campo. Se lo Spezia tira un paio di volta è perché la porta su lui e poi ci prova.

Ricci M. 5,5 - Gli attaccanti di Inzaghi lo tampinano ogni volta che prende palla e lo obbligano a liberarsi del pallone con molta fretta.

Maggiore 6 - Con Vignali forma la diga contro il fianco forte del Benevento. Preso in mezzo a livello fisico, non gioca la sua partita più brillante.

Ricci F. 5 - Ad un certo punto parevano poter arrivare da lui i gol che mancano allo Spezia, invece da allora sono iniziate a mancare anche le giocate. Come oggi (dal 13’st Bidaoui 5,5 - Si crea subito un’occasione da gol, ma poi sparisce troppo presto)

Gyasi 5,5 - Fa la sua cosa migliore quando può puntare dalla sinistra verso il centro dell’area. Il resto è un facile compito per Antei e compagni.

Ragusa 5,5 - Deve trovare la forma, si intravede solo a sprazzi a qualità che può esprimere con il pallone tra i piedi.

All. Vincenzo Italiano 6 - I giocatori della rosa li ha girati tutti, gli esami di appello però sono andati tutti male. Oggi È sempre il suo Spezia, solo un po’ meno garibaldino nel buttarsi in avanti. Funziona la coppia di centrali dei due giovani, almeno finché rimane in campo, e funziona anche il fuorigioco che aveva creato non pochi problemi in passato. Una maggiore prudenza generale porta anche meno occasioni create, ma quella che era di fronte agli aquilotti oggi era pur sempre la squadra con il minor numero di reti subite ad oggi. Certamente da affinare le situazioni da palla ferma, perché tra angoli e punizioni si sprecano i casi in cui gli interpreti sembrano accartocciarsi rendendo facile la difesa.
Ma ogni considerazione svanisce presto quando basta un lancio da 50 metri abbondanti per prendere gol. Se c’è qualcosa che si può cavare ancora da questo gruppo, non può essere che cambiando tutto. E forse il primo ad essere cambiato sarà lui, coprendo però un disastro che ha responsabilità molto più ampie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News