Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 31 Ottobre - ore 20.14

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Sala e Dell’Orco: “Arriveranno le difficoltà, ma dobbiamo metterci in gioco”

Nuovi acquisti
Sala e Dell’Orco: “Arriveranno le difficoltà, ma dobbiamo metterci in gioco”

La Spezia - Il primo acquisto dello Spezia in serie A porta il nome di Jacopo Sala. “Una responsabilità in più per lui”, dirà il direttore Meluso. Esterno destro a tutta fascia, con gli anni si è soprattutto specializzato nel ruolo di terzino. Allo Spezia arriva con questo imprinting, ma anche con la fama di giocatore duttile che è quanto Italiano ha chiesto in fase di programmazione. “Quando il direttore mi ha chiamato mi ha trasmesso grande entusiasmo, che diventava fondamentale per me dopo la scorsa annata. Avevo voglia di rimettermi in gioco e spero di essere all’altezza della responsabilità di cui parlava il direttore. Abbiamo subito trovato una giusta alchimia e adesso non vediamo l’ora di cominciare”.
Trattativa lampo. “Abbiamo trovato immediatamente un accordo perché aveva voglia di cancellare un’annata non positiva. Siamo molto fiduciosi sia sotto il profilo tecnico che sotto quello morale”, aggiunge Meluso. “C’è grande entusiasmo dalla promozione e dobbiamo assecondare questo spirito. Poi sappiamo che il campionato sarà difficile, ci dovremo mettere in gioco. Partita dopo partita, mettere qualcosina in più e dimostrare che vogliamo rimanere in serie A”, spiega Sala. Cosa servirà? “Anche un po’ di fortuna. Sicuramente il gruppo unito, la voglia di sacrificarsi l’uno per l’altro e dare tutto in partita. E poi un pizzico di fortuna, che non guasta mai”.
Basta cambiare fascia ed ecco Cristian Dell’Orco, che Meluso aveva voluto con sé anche la scorsa stagione al Lecce. “E’ un professionista esemplare, lo abbiamo potuto prendere solo in prestito secco. Strada facendo, visti i buoni rapporti con il Sassuolo vediamo come potremo portare avanti l’aspetto contrattuale”, annuncia il direttore. “Da neopromossa l’obiettivo della salvezza non è facile, ma ce la metteremo tutta. Sono venuto qui per giocare il più possibile, devo dimostrare sul campo di essere all’altezza”, spinge già il terzino mancino.
“Siamo un cantiere aperto come ha detto il direttore. Possono cambiare tante cose da oggi alla fine del mercato, l’intensità degli allenamenti è già alta. Dobbiamo lavorare ogni giorno, capire il calcio del mister e unirci per marciare nella stessa direzione. Vivremo periodo difficili, dovremo essere forti nell’uscirne”. Arriva insieme a Marchizza, come lui calciatore del Sassuolo e come lui terzino sinistro. “Avere un giocatore giovane e bravo come Marchizza alza l‘asticella dell’impegno. In questi giorni mi sto allenando da difensore centrale in ogni caso. Non siamo in competizione, ma chiaramente avere compagni forti al fianco spinge ad aumentare l’impegno”.

A. BO.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News