Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Ottobre - ore 21.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

SPEZIA SPIGLIATO, BATTE LA SAMP E MOSTRA PROGRESSI

Ai bianchi il Trofeo Ilaria&Mattia in un’amichevole con il ricavato in favore delle vittime del Ponte Morandi. Bella prova della squadra di Marino. Ali in grande spolvero, ottimi Bidaoui e Okereke. Utile Crimi, Galabinov regista avanzato e rigorista.

APPLAUSI E COMMOZIONE
SPEZIA SPIGLIATO, BATTE LA SAMP E MOSTRA PROGRESSI

La Spezia - SPEZIA-SAMPDORIA 2-1
16’pt Barreto, 34’pt Okereke, 44’pt Galabinov (rig)

SPEZIA (4-3-3)
Lamanna (41’st Manfredini); De Col, Terzi, Giani (33’st Capradossi), Augello; Crimi (33’st Maggiore), Ricci, Bartolomei (1’st Mora); Okereke (1’st Gyasi), Galabinov (34’st Gudjohnsen), Bidaoui (1’st Pierini). A disp. Barone, De Francesco, Bastoni, Vignali, Figoli.
All. Pasquale Marino

SAMPDORIA (4-3-1-2)
Rafael; Rolando, Ferrari (14’st Leverbe), Colley, Tavares; Barreto (34’st Ejjaki), Peeters, Sala; Caprari; Quagliarella (1’st Ramirez), Defrel (27’st Bahlouli). A disp. Raspa, Maggioni, Sorensen, Giordano, Canovi, Maglie.
All. Marco Giampaolo.

Arbitro: Fabio Piscopo (Imperia)
Assistenti: Christiano Rossi (La Spezia), Fabio Schirru (Nichelino)

Spettatori: 2512 (di cui 170 ospiti)
Incasso: 16.613,36 euro

Pre partita
Turnover moderato per Pasquale Marino, una sorta di prova generale di una formazione che potrebbe anche essere quella titolare in futuro. C’è l’esordio di Bidaoui dal primo minuto a sinistra, Crimi prende il posto che per adesso è stato di Mora e Augello fa rifiatare Crivello. Dentro Galabinov e Okereke che devono affinare l’intesa così come la coppia di difensori centrali Terzi-Giani. Alla Sampdoria mancano i tre polacchi impegnati nella Nations League, manca Audero che lascia il posto a Rafael. L’attacco è comunque di quelli che fanno paura: Quagliarella e Defrel saranno ispirati da Defrel. Qualche primavera in panchina per Marco Giampaolo.

L’occasione sportiva è secondaria rispetto a quella “umana”. Si celebra il Trofeo Ilaria&Mattia che ricorda due sorrisi luminosi della curva che non ci sono più. Si raccolgono fondi a favore della famiglie delle 43 vittime di Ponte Morandi. E’ anche l’occasione per ricordare Giorgio Simonini, scomparso a cinquant’anni dopo una lunga malattia: grande tifoso aquilotto, non si perdeva una partita.

PRIMO TEMPO
E’ subito partita vera, con la Sampdoria a portarsi in area aquilotto almeno quattro volte nei primi tre minuti. Augello fa buona guardia su Quagliarella, poi ci pensa Terzi ad immolarsi quando il napoletano può liberare il sinistro. La reazione dello Spezia arriva al quinto con un’azione insistita generata dalla corsa di Okereke sulla sinistra. E’ Crimi il centrocampista che sale alle spalle della punta in fase di possesso disegnando una specie di 4-2-3-1. Nella formazione di Giampaolo è Peeters a giostrare davanti alla difesa, con Barreto a destra e Sala a sinistra; Caprari il fantasista.

Lo Spezia si assesta e gioca, ma segna la Samp
Al quarto d’ora i padroni di casa hanno spinto i genovesi lontani dalla propria area grazie al pressing. Fondamentale il lavoro di Crimi che va a dare fastidio a Peeters ogni volta che i blucerchiati cercano di uscire palla al piede. Sulla sinistra Augello si propone bene e Bidaoui trova sempre il modo di creargli spazio, ne escono un cross e un tiro non irresistibili ma apprezzabili. E’ proprio in quel momento che la Samp passa in vantaggio con una percussione centrale che trova Quagliarella pronto a chiudere il triangolo con Barreto che batte in pallonetto Lamanna. L’ex genoano è pronto quattro minuti dopo a distendersi e bloccare un tiro di Defrel dopo un’azione tutta in velocità con Caprari e Barreto che mette fuori gioco la difesa aquilotta.

Contropiede d’autore, ma lo Spezia si ferma sul palo
Bellissima l’azione di contropiede che porta lo Spezia a un centimetro dal pareggio. Ricci gestisce un pallone al limite che Galabinov difende dalla pressione di un difensore e lascia a Bidaoui sulla linea di centrocampo. Il marocchino rientr sul destro e premi uno scatto imperioso di Okereke che supera Rafael in uscita, ma poi incespica sul pallone aspettando di metterselo sul destro prima di concludere a porta vuota: palo! Al di là dell’esito, è un tipo di azione che potrebbe dare davvero grandi soddisfazioni allo Spezia in futuro se affinato.

Lo Spezia s’è desto, Okereke questa volta non perdona
E’ una scintilla. Da questo momento i bianchi - oggi in nero - inanellano almeno tre buone occasioni con Bidaoui che non perde mai il pallone quando punta Rolando o Barreto. Un rasoterra da sinistra finisce fuori senza che Okereke possa arrivare in tempo; poi lo stesso marocchino colpisce di testa in maniera debole. Ma è nell’aria: quando Ricci può gestire un pallone a centrocampo, Okereke (per ora tatticamente ineccepibile) parte come un razzo, brucia Colley in velocità e fulmina Rafael con un tiro secco a mezza altezza. Solo applausi per questo Spezia.

Gioco fluido e divertente, lo Spezia va in vantaggio
Pasquale Marino guarda a braccia conserte, per adesso non può che essere soddisfatto. Ora i padroni di casa giocano sull’onda del gol e tutto riesce con naturalezza. Tanto che due minuti dopo il pareggio un cross di Augello passa pochi centimetri sopra la testa di Galabinov e per poco non finisce comunque in rete a causa di una deviazione. E’ una pressione costante che spacca la Sampdoria, che ora lavora solo sui palloni lunghi.
Quando manca un minuto alla fine ci pensa Peeters a regalare un penalty agli aquilotti toccando maldestramente di mano in area. Va Galabinov che aspetta che Rafael si accomodi sulla destra per mettere il pallone a sinistra. Spezia in vantaggio.

SECONDO TEMPO
Cambia le ali Pasquale Marino, dentro Gyasi per Okereke e Pierini per Bidaoui. A loro saggiare le capacità di Rolando e Junior, i due esperimenti di Giampaolo: per adesso nettamente insufficienti. Dentro anche Mora per Bartolomei. Nella Samp ecco Ramirez per Quagliarella. Lo Spezia ricomincia da dove aveva finito, però è dalla destra che De Col indovina la testa di Galabinov che mette di poco sopra la traversa. Partita che ora si sviluppa soprattutto a centrocampo dove si gioca in almeno dieci.

Sempre meglio lo Spezia, ma in mezzo è lotta
Bello schema da punizione che lascia a De Col il cross quasi da fermo, sponda di Galabinov che serve a Gyasi un pallone invitante ma difficile da tenere basso. Infatti la conclusione vola in curva. Sulle fasce in ogni caso continua la supremazia aquilotta, anche se nessuno ha la velocità di Okereke che nel primo tempo ha messo in netta crisi la difesa ospite. A proposito di difesa ospite, ecco il momento di Leverbe che rileva Ferrari.

Squadre lunghe, ma il ritmo rimane alto
Squadre sempre più lunghe in campo, il gioco si fa più rarefatto e meno preciso. Rafael regala un pallone a Crimi con una respinta corta e il centrocampista rasoterra trova Galabinov al limite. Indovinata la scelta di tirare di prima intenzione, da dimenticare il piattone dal limite. Bene però il bulgaro quando agisce da regista avanzato, riceve palla e la difende mentre Pierini o Gyasi cercano lo spazio per suggerire il passaggio smarcante. All’italoghanese manca solo lo stop di petto per poter concludere a due passi dalla porta quando sta per scattare la mezz’ora della ripresa.

L’islandese in campo, si rivede anche Maggiore
Capradossi e Gudjohnsen all’esordio, Maggiore al rientro. Tre cambi a poco più di dieci minuti dalla fine per Marino. Il dettame tattico non cambia, se non fosse che il romanista si prende una tacchettate in pieno volto dopo 20 secondi dall’entrata in campo e lascia i suoi in dieci per un paio di minuti. Rientrerà con un vistoso bendaggio sul volto. La spinta dello Spezia si affievolisce, la Sampdoria chiude provando a trovare un pareggio che non arriverà. Vittoria per gli aquilotti, ma è soprattutto la prova in campo a lasciare ottime impressioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News