Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 23.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Rottura tra Spezia e Migliore, ipotesi cessione

Per Volpi é tardivo il sì alla spalmatura dell'ingaggio da parte del terzino. Proposto un triennale a giugno, c'era stato allora il diniego del giocatore e la richiesta di un quadriennale a cifre più alte. Strappo difficile da ricucire.

Rottura tra Spezia e Migliore, ipotesi cessione

La Spezia - È rottura tra lo Spezia e Francesco Migliore. Due rifiuti incrociati, con tempi diversi, consumano una separazione in casa che ha tutta l'aria di un divorzio vero e proprio. Oggi è il club a far sapere al giocatore che il tempo per dire sì alla proposta di spalmatura dell'ingaggio presentata a inizio estate è passato. Il mancino è libero di trovarsi squadra da domani.
Una fine clamorosa per certi versi, anche se non del tutto inattesa per come si erano messe le cose nelle ultime settimane. Tutto parte dal triennale con taglio dell'ingaggio che lo Spezia mette sul tavolo a giugno. Il terzino è il primo giocatore a cui il club si rivolge per chiedere di rinunciare a qualcosa sullo stipendio e aiutate ad andare il monte ingaggi complessivo. Un po' perché è un simbolo e un po' perché gli oltre 250mila euro di stipendio sono ritenuti fuori dalla nuova politica societaria e dalla realtà dell'odierna serie B.

Proposta rispedita al mittente; la controproposta dell'agente Cavalleri é un quadriennale a cifre importanti. Lo Spezia incassa e non gradisce affatto. L'ad Micheli, non a caso, parlerà di "giocatori attaccati solo al vil denaro" di lì a poco in conferenza.
Succede poi che la chiamata dalla serie A che Migliore aspettava non arriva. Succede anche che Terzi dice sì alla spalmatura, che Granoche e oggi De Col rinnovano. È a quel punto che l'entourage di Migliore fa sapere che la prima offerta fatta a suo tempo ora è ritenuta congrua.

Un atteggiamento che indispettisce Via Melara, tanto che questa volta è Micheli a rispondere picche. Lo fa dopo un consulto con Gabriele Volpi, che chiede la linea del rigore. Il momento per fare un passo verso la società - e magari favorire così anche le altre trattative di rinnovo - è passato secondo il club, che non vuole mostrate debolezza e chiude la porta.
Situazione quindi di rottura, anche se Migliore rimane un architrave della prossima squadra negli intendimenti tecnici di Gallo e Andrissi e uno dei favoriti del Picco. Ma pare esserci davvero poco spazio per ricucire. Sarebbe una fine davvero amara questa della storia con uno degli elementi più rappresentativi di tutta l'era Social Sport.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure