Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Ottobre - ore 22.48

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Rinnovo per Maggiore, alle cifre offerte un anno fa

Sfumate le pretendenti, la maglia da titolare e la nazionale, il talento spezzino vicino alla firma attesa da quasi due anni. La storia di una trattativa lunghissima con i procuratori, riaperta da Angelozzi e finita nel migliore dei modi per tutti.

ANGELOZZI L'HA VINTA
Rinnovo per Maggiore, alle cifre offerte un anno fa

La Spezia - E' vicina alla chiusura la telenovela di Giulio Maggiore. Rinnovo e reinserimento nel progetto aquilotto dopo un anno di tira e molla per il più fulgido talento uscito dal settore giovanile bianco. Gettato nella mischia un po' per cause di forze maggiori da Mimmo Di Carlo nel 2016, calatosi con naturalezza nel calcio professionistico dal primo momento, titolare l'anno scorso per lunghi tratti e presenza costante nelle convocazioni azzurre. Un patrimonio che sarà preservato e che potrà ancora crescere, un'arma in più per Pasquale Marino che vede aumentare la competizione sulle mezzali dove l'uscita del classe 1998 era data per scontata fino a solo un mese fa.

Primo tentativo dopo Napoli-Spezia. Titolare di un contratto da giovane pur con 56 presenze in serie B alle spalle a soli vent'anni e mezzo: 18mila euro di fisso più bonus che hanno portato la cifra sui 90mila la scorsa stagione. Questo è l'accordo che oggi lo Spezia rivede dopo vari tentativi. A gennaio 2017, qualche tempo dopo la partita di Coppa Italia al "San Paolo" contro il Napoli, ben giocata dal centrocampista al cospetto della corazzata di Maurizio Sarri, il primo approccio per il rinnovo. Lo Spezia che probabilmente si tiene basso per le potenzialità del giocatore, forse per non creare un evidente disparità con il trattamento riservato agli altri giovani della cantera, nessuno però uscito ai suoi livelli bisogna dire. Con i procuratori Martinelli e Coti non c'è intesa.

Una anno fa pareva fatta. Maggiore continua però a giocare e bene per tutto il resto del campionato. In estate la dirigenza si rifà sotto. Questa volta si tratta su altre cifre, si parla di quasi a 200mila euro tra fisso e bonus, più o meno equamente distribuiti. Ultimo giorno di mercato estivo, con il presidente Chisoli, l'amministratore delegato Micheli e il direttore sportivo Andrissi a Milano per le operazioni last minute. Si parla anche di Maggiore, ci sono sensazioni positive, pare l'incontro decisivo con i procuratori. L'appuntamento è per i giorni successivi in sede per la firma su un prolungamento fino al 2022. Nel pacchetto c'è pure il rinnovo per l'altro giocatore della scuderia Martinelli-Coti, anche a Luca Vignali viene riconosciuto un bonus.

La rottura. La firma però slitta, al "Ferdeghini" non si vede più nessuno per qualche settimana. Quando finalmente pare arrivato il momento decisivo siamo a ottobre, Maggiore ha continuato a giocare da protagonista anche con Fabio Gallo in panchina. Nessuno gli ha chiesto di mettere il giocatore in stand by in attesa della firma, come forse sarebbe successo altrove. Al momento del nuovo incontro con l'entourage però arriva la richiesta di un ulteriore adeguamento in virtù di quel mese di calcio in più. Le cifre di fine agosto non vanno più bene, se non quelle per il rinnovo di Vignali. Lo Spezia si aspettava invece solo di chiudere: è la rottura tra le parti, che di fatto non avranno più dialogo fino all'estate.

Arriva Angelozzi. Prima ancora di siglare ufficialmente il suo ritorno allo Spezia, Guido Angelozzi incontra Martinelli e Coti. Il caso Maggiore è una priorità, il segnale è chiaro. Il nuovo direttore generale non intende svendere il ragazzo, anche perché sulle plusvalenze si costruisce l'equilibrio finanziario dello Spezia di oggi. Se cessione sarà, si inizia a trattare da 600mila euro in su. Nelle settimane seguenti si fa avanti solo la Spal, che mette sul piatto meno della metà della richiesta spezzina e che già prende accordi con la Cremonese per mandare il giocatore in prestito in serie B appena rilevato il cartellino. Vagnati non rilancia, Angelozzi non si sposta di un millimetro. Il mercato chiude senza che altre arrivino altre offerte concrete e Maggiore rimane allo Spezia.

Ecco il rinnovo. Ieri Luca Coti era al "Ferdeghini" per parlare di rinnovo. Mancano gli ultimi dettagli, ma Maggiore percepirà cifre molto simili a quelle prospettate dallo Spezia un anno fa a Milano nell'ultimo giorno di mercato. Il saldo economico è soddisfacente per tutti, quello tecnico ancora da conquistare. La concorrenza oggi è più folta e si chiama Bartolomei, Mora, Crimi, Acampora e Bastoni senza dimenticare Ricci e De Francesco. In più il nome di Maggiore non è nelle nuove convocazioni dell'under 20. C'è la stima di Marino, il finale è comunque il migliore e il meno scontato. Riaperto un canale che sembrava ormai prosciugato, Maggiore continua a scrivere la sua storia con la maglia della sua città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News