Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Marzo - ore 10.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rifare una tribuna storica, è Bolzano a fare scuola

Ecco il progetto per ingrandire la tribuna Canazza del Druso, datata 1934 e vincolata dalle Belle Arti. Nuova copertura, estensione verso il campo e allungamento a inglobare la parte storica. Lo stesso intervento che servirebbe al vecchio "Picco".

Rifare una tribuna storica, è Bolzano a fare scuola

La Spezia - Rispettosa del passato e proiettata nel futuro. Sarà così la tribuna storica dello stadio Druso di Bolzano, una piazza calcistica in piena crescita in cui l'ambizione del club si sposa con quella della città. L'impianto sportivo che gli spezzini celebrarono nel 2011, quando il Trapani fu fermato in riva al Talvera permettendo alla squadra di Michele Serena di ottenere la promozione in serie B, non sarà più lo stesso tra pochi mesi. Approvato il progetto dell'ati composta da Dejaco + Partner, GMP Architekten e Studio di ingegneria Bergmeister, entro maggio ci sarà un vincitore nella gara d'appalto per metterlo in pratica.
Nascerà un gioiellino da oltre 5mila posti, ma già predisposto per un ingrandimento definitivo che porterà la capienza a 10mila. Pensato per accompagnare l'Alto Adige in serie B. Con una soluzione che alla Spezia dovrebbe destare molto interesse, perché uno dei lavori più importanti sarà l'ingrandimento di una tribuna di quasi un secolo d'età. Estesa nel senso della lunghezza del campo, allungata verso il campo per quanto riguarda gli spalti e dotata di una nuova copertura. Inglobando il vecchio manufatto. In pratica quello che servirebbe al "Picco".

La differenza è che nel caso dello stadio Druso la tribuna "Canazza" lungo Viale Trieste è anche vincolata dalle Belle Arti. Costruita nel 1934 su progetto dell'allora architetto capo del comune Angelo Nolli di tre anni precedente, si mostra con una "grande facciata in stile monumentale ripartita da semicolonne con trabeazione". Intoccabile per il suo valore architettonico, a differenza del caso spezzino in cui solo l'ingresso monumentale, coevo peraltro del Druso, è sotto protezione. Il team italo-tedesco di progettazione ha quindi pensato a una nuova struttura che "verrà realizzata in cemento a vista. Le capriate d’acciaio della copertura delle tribune otterranno sulla facciata inferiore un rivestimento a membrana per sottolineare il semplice effetto complessivo stereometrico (tridimensionale); concetto che si estenderà conseguentemente anche all’interno. La costruzione assume nella sua strutturazione esterna le altezze dei cordoni e le proporzioni della facciata storica" .

In pratica due ali contemporanee che abbracciano lo stile monumentale della sezione storica. "Il nuovo edificio puristico contrasta con la facciata principale, tematizzando così l’argomento vecchio e nuovo. La nuova, sobria cornice sottolinea la facciata monumentale, fungendo da palcoscenico alla vecchia facciata", recita la presentazione dei rendering. "Non si ambisce né ad un proseguimento armonioso della costruzione nè all’altro estremo- un antagonismo didattico- ma a una netta differenziazione ottica con riferimento preciso e contemporaneo nel dettaglio".
Sarà decisamente ritoccata anche l'altra tribuna, risanata negli spazi interni e dotata di una nuova copertura e saranno creati nuovi accessi. Nello stadio previsti anche spazi commerciali e luoghi di ristoro, operativi anche quando non si giocheranno le partite. Il bando di gara parte dalla cifra di 11 milioni e 991.452 euro. Secondo un protocollo firmato nel 2015, sarà finanziata per tre quarti dalla Provincia autonoma e per la restante parte dallo stesso Comune di Bolzano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News