Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Settembre - ore 09.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quattro infrasettimanali per arrivare fino in fondo

Ecco il piano di massima della serie B. Venti giorni di allenamenti di gruppo, dieci turni in tre settimane e poi spareggi. Martedì lo Spezia parte con i test sierologici.

sul filo di lana
Quattro infrasettimanali per arrivare fino in fondo

La Spezia - Tre settimane almeno di allenamenti collettivi, che partirebbero dieci giorni dopo quelli della serie A. Un programma di massima per arrivare in fondo alla stagione della serie B 2019/20 ora si intravede. Tutto deve andare per il verso giusto, a partire dall'accoglimento di un protocollo sanitario in formato leggero abbastanza da essere praticabile anche per la cadetteria. Ma la speranza con i giorni è diventata qualcosa di più in seno ai club, che anche ieri si sono incontrati virtualmente in assemblea con il presidente Stefano Chisoli a rappresentare lo Spezia. Per questo da lunedì molte delle squadre che avevano temporeggiato fino ad oggi aprono i loro centri sportivi quantomeno agli allenamenti individuali.
Gli aquilotti lo hanno già fatto due settimane fa e sul campo di Follo si è vista tutta la rosa a rotazione. La prossima settimana scattano test sierologici e poi tamponi per tutti, primo giorno di laboratorio è martedì. Non solo i calciatori, lo staff tecnico e gli addetti vari, ma anche un certo numero di dirigenti e impiegati saranno testati. Giusto per allargare il perimetro di sicurezza il più possibile. Anche perché lunedì il Ferdeghini riapre timidamente i battenti dopo circa due mesi, anche se la maggior parte del personale continuerà ad operare in smart working.
Tornando alla possibile ripresa del calcio giocato. Gli allenamenti di gruppo per la serie B potrebbero riprendere l'ultima settimana di questo mese e protrarsi per una ventina di giorni. Ci sono, in questo sens,o alcuni club che spingerebbero per ridurre i tempi. Ma i preparatori atletici sono concordi nello stabilire un tempo minimo di tre settimane per riattivare muscoli e movimenti degli atleti a dovere. Il campionato quindi riprenderebbe a occhio e croce tra il fine settimana 20-21 giugno e quello successivo. Partite tutte a porte chiuse e tutte in notturna, o comunque con fischio d'inizio tra le 18 e le 21.
Si potrebbe anche ricominciare con un turno infrasettimanale. Ne serviranno d'altra parte quattro per arrivare in fondo nei due mesi previsti: dieci giornate da giocare in sette settimane più il recupero di Ascoli-Cremonese da incastrare da qualche parte. A seguire altre due settimane per i play-off ed i play-out. Si chiuderebbe entro l'ultima di agosto compresa, da sfruttare fino al weekend. Poi - ma qui siamo nel campo dell'ancora da discutere - un mese di mercato a settembre e ritorno in campo ad ottobre inoltrato per la stagione 20/21. Ovviamente se la Fase 3 sarà ormai la realtà quotidiana, senza ritorni a chiusure parziali e circoscritte. In attesa di un vaccino che consegni questi mesi di dolore e speranza alla storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News