Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Ottobre - ore 18.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Quando Ventura, Cerci e Castillo violarono il "Picco"

Spezia-Pisa dica trentatré: nella storia mai è stata vita facile per i nerazzurri nello stadio di Viale Fieschi ma l'ultimo incrocio sorrise ai toscani. La prima nemmeno sugli almanacchi: era il 1912 e lo Spezia vinse con un risultato tennistico.

Quando Ventura, Cerci e Castillo violarono il `Picco`

La Spezia - Spezia-Pisa, penultimo atto di un campionato che cerca nei 180' finali un epilogo diverso da quello che si sta profilando. Perchè rinunciare ai playoff, oltre che essere una rarità nella storia dei campionati di serie B, è anche una brutta notizia per sponsor e televisioni, orfane di un surplus di abbonamenti che generalmente rappresentano un bel gruzzolo per Sky, il network che detiene i diritti di trasmissione in esclusiva. Ma se Frosinone e Verona faranno man bassa, dalle parti di Via Monte Penice se ne dovranno fare una ragione. Tornando alla partita di sabato, molto più di una classica della terza serie, nella lunga sfilza di precedenti si parte dal 1912, anno in cui è fissato il primo confronto conosciuto tra le due squadre che finì 6-2 per gli aquilotti: una gara che curiosamente non risulta negli almanacchi poiché ai tempi entrambe le società partecipavano soprattutto a tornei amichevoli. Di quella prima partita conosciamo la formazione aquilotta, composta da Toso, Brioschi, Danè, Mastroianni, Luppi, Migone, Raddi, Colombo, Picco, Molaschi, Merani e l'autore di tre dei sei gol bianchi, il prode Brioschi.

L'ultima volta in ordine cronologico è invece roba di cinque anni fa: aprile 2012, in finale di Coppa Italia di Lega Pro gli aquilotti ospitano i nerazzurri che passano al "Picco" per 1-0 con gol di Tulli e dedica a Piermario Morosini. Al ritorno all'Arena Simone Guerra e compagni riuscirono nell'impresa di ribaltare il risultato e fare proprio la Coppa. Ritornando alla storia dei confronti al "Picco", sono ben 32 i precedenti ufficiali (di cui 11 in serie B) con score a favore dei padroni di casa che si sono imposti 17 volte, 7 le vittorie esterne e 8 pareggi. A conti fatti l'ultimo confronto è un ricordo molto amaro per gli aquilotti: è il 12 gennaio 2008 quando lo Spezia viene sommerso per 1-4 dal Pisa di Ventura, Cerci e Castillo nell'anno del fallimento, dopo il disperato e commovente tentativo dei tifosi di salvare il club con una sottoscrizione che rimane un caso unico nella storia del calcio italiano. Segnò proprio Castillo su rigore già al 5' del primo tempo, Kutuzov e Guidetti nel primo tempo. Nel secondo dopo l'espulsione di Camorani (che ai tempi, con il mercato di gennaio aperto, spingeva per cambiare maglia) i gol ancora di Kutuzov e Juliano.

Tre anni prima, era il 20 gennaio 2005, era stato invece Massimiliano Guidetti con una doppietta a decidere l'incontro valido per il girone A della serie C1. Quella squadra allenata da Dominissini e che poteva contare su giocatori come Bordin, Dellafiore, Coti, Baggio, Alessi e Matteassi, vincerà la Coppa Italia in finale contro il Frosinone. In generale comunque il "Picco" è da decenni stadio-tabù per i neroazzurri: per trovare un'altra vittoria prima del 2008 bisogna infatti risalire a trent'anni prima, al 1978 con lo 0-1 firmato da Schiaretta.
Un derby casalingo "storico" per i supporters bianchi fu il 3-0 del campionato 2000-2001 in notturna. Davanti alle telecamere della Rai lo Spezia di Mandorlini giocò la partita perfetta per grinta e voglia di vincere. Di Zaniolo la rete in apertura, ma grande protagonista della serata fu Francesco Fiori. Per lui doppietta, una traversa sulla prima rete e da quel giorno la stima (ampiamente ripagata negli anni successivi) incondizionata del "Picco".
Un confronto ricco di storia sportivo, ma che purtroppo riporta alla mente anche la tragica giornata del 24 gennaio 1999 quando Maurizio Alberti, giovane tifoso pisano, entrò in coma per un problema cardiaco e morì qualche giorno dopo. Venticinque anni dopo è cambiato il mondo, non gli stadi che invecchiano anno dopo anno, con qualche tornello in più e lo stesso basso livello di comfort.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure