Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio - ore 20.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Provedel stoico, Vignali e Marchizza con la grinta. Così parlò Nzola

i voti
Provedel stoico, Vignali e Marchizza con la grinta. Così parlò Nzola

La Spezia - Provedel 8 - Rischia di impantanarsi subito nell'area piccola. Poi un po' con le mani, un po' con il mento, un po' con il petto e tiene in piedi il castello.

Vignali 6,5 - Dal suo lato imperversa Insigne. Fermarlo è utopia, costringerlo sempre alla giocata meno facile si può e in questo lavora con continuità.

Ismajli 6 - Nel primo quarto d'ora sporca almeno tre tiri di Insigne in area, poi lotta come un leone finché Mariani non lo sbatte fuori forse con troppa leggerezza.

Terzi 6,5 - Anticipato da Petagna, non è l'unica sbavatura della sua partita ma cosa si può dire di un capitano che chiude con i crampi?

Marchizza 6,5 - Fondamentale nel togliere il pallone a Lozano in area, inesauribile sulla fascia finché ce la fa (dal 45'st Ramos SV – Da partente sicuro e puntello sicuro in una settimana)

Deiola 5 – Lavora male i pochi palloni che può gestire, potrebbe essere più pronto nel rinculare e dare una mano dietro (dal 1'st Pobega 7 - Italiano grida coraggio e lui entra in area e si va a prendere il rigore, poi ci rientra e la spinge in porta)

Agoume 6 – Come gli capita spesso, finisce in crescendo e distinguendosi anche come centrale di difesa.

Maggiore 6 – E' lui lo specchio della situazione: inizio contratto e poi esce in personalità e alla lotta unisce anche le scelte (dal 45'st Saponara SV - La palla rimane orfana in area e la spazza lui)

Agudelo 5,5 – Un generatore di energia, che ancora troppo raramente riesce ad incanalare in un'idea (dal 1'st Gyasi 7 - Fa una cosa fantastica in occasione del raddoppio e porta anche copertura)

Nzola 7,5 – Palloni pochissimi, ma li mette a frutto tutti. Freddo sul rigore, fantastico nel propiziare il raddoppio.

Farias 5 – Da lui ci si aspetta di più, che si faccia dare il pallone e che sia quello che ci mette quel qualcosa di speciale (dal 34'st Erlic SV - C'è Llorente da tenere oltre che Petagna: pesi massimi)


All. Vincenzo Italiano 7 - Nel primo quarto d'ora è una buona stella a vegliare sulla porta aquilotta, perché le fasce sono subito del Napoli. Senza un po' di cattiva mira degli attaccanti di casa e qualche salvataggio prodigioso, poteva essere già finita alla mezz'ora. La partita si innesta su un livello di rischio comunque alto per lo Spezia, che cade però quando si fa ingolosire da una palla recuperata alta su cui si fiondano in avanti in cinque. Tiro debole e Ospina può comodamente lanciare la superiorità numerica dalla rimessa dal fondo.
Poi i cambi danno una scossa e non a caso il rigore parte dai piedi di Gyasi e viene conquistato da Pobega. In dieci si apprezza ancora di più l'ordine in campo, ma è rischiosissimo il modo in cui lo Spezia rimane in campo. Non crede nel difendere il pareggio e questa volta la vince. Serviva una giornata così, dopo aver preso tanti complimenti e pochissimi punti. Anzi, questo Spezia è ancora in credito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News