Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Novembre - ore 00.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pisa-Spezia, per la storia e la classifica

Settimila spettatori preventivabili, oltre 700 quelli dal Golfo. Il Questore di Pisa invita gli spezzini a non partire senza biglietto. Le ultime da Follo e San Piero a Grado.

dal sapore immutato
Pisa-Spezia, per la storia e la classifica

La Spezia - Quando si sono fronteggiate sui rispettivi terreni di gioco non sono quasi mai mancati i due ingredienti fondamentali di una grande sfida: la tensione agonostica dei ventidue contendenti e l'atmosfera unica che si respira fuori dal rettangolo verde. Poche, rarissime le volte in cui Pisa-Spezia, che si giochi all'Arena o al Picco non fa differenza, non fosse all'altezza del groppo in gola che poche partite come questa riescono ancora a regalare. Non serve la parola derby per diagnosticarlo, ma quell'attesa settimanale che nel calcio moderno si è persa per strada ma, fortunatamente, talune volte si ripresenta, come fossimo tornati agli anni 90-2000 quando questa partita era la sfida per eccellenza nelle combattutissime serie C del tempo. "Non venite a Pisa senza biglietto". Dopo il patron nerazzurro Giuseppe Corrado, che si era detto rammaricato per non poter ospitare più dei 700 spezzini che sono riusciti ad accaparrarsi il biglietto, ha parlato nelle ultime ore anche il Questore della città toscana, Paolo Rossi che ha rivolto alla piazza spezzina un invito di buon senso: evitare di inforcare la A12 o prendere un treno per assistere alla partita se non si parte con il tagliando nel portafogli. Il passato insegna che si tratta pur sempre di una sfida sentita con precedenti non piacevoli, anche se lontani ormai oltre quindici anni.

Qui Pisa. Rifinitura pre-gara sul terreno dell’Arena come di consueto per il Pisa che si è messa alle spalle un'intera settimana di lavoro al Centro Sportivo di San Piero a Grado. Ieri per i nerazzurri seduta prettamente tattica, intervallata da alcune esercitazioni mirate sulla mobilità e sul controllo di palla. Niente Spezia per Samuele Birindelli che soffrirà ancora una volta dalla tribuna: sconta infatti il terzo e ultimo turno di squalifica. I dubbi di D'Angelo riguardano soprattutto Meroni, uscito malconcio dall'ultimo allenamento: un tiro in porta che gli provoca un fastidio alla coscia destra, tanto da metterlo fuori causa anzi tempo. Da capire l'entità dell'infortunio per l'altro terzino destro e per il tecnico la coperta diventa improvvisamente cortissima: Belli non è fra i convocati. Se Meroni sarà out, possibile spostamento di Lisi, mentre in mediana Gucher e De Vitis si giocano la maglia del regista e davanti di sicuro ci sarà l'esperto Moscardelli. Attenzione alle caratteristiche della squadra: il Pisa si dimostra particolarmente scatenato nei 15’ prima della pausa: quattro le reti toscane segnate dopo 11 turni nella Lega B 2019/20, al pari di Pordenone ed Ascoli. Di contro è una delle due squadre che perde nelle riprese più punti rispetto ai risultati al 45’ dopo 11 turni: -5 per i nerazzurri e per il Livorno. Una sola vittoria nelle ultime otto gare.

Qui Spezia. Settecento tifosi al seguito sono già un bel numero, ma ne avessero messi in vendita un migliaio sarebbero stati probabilmente ancora insufficienti a soddisfare la richiesta: sono gare che non si saltano mai, anche se la classifica non è quella che ci si aspettava ad inizio stagione. All'Arena Garibaldi ipotizzabili 7mila persone e il solito grande seguito dei tifosi aquilotti: quasi tutti partiranno dal Golfo ma si sa che nella città della torre vivono e studiano tanti concittadini. La squadra ha compreso la particolarità della gara e ha voglia di continuare ad ingrassare la serie positiva costruita nell'ultimo mese di campionato. Quattro risultati utili, frutto di due vittorie e altrettanti pareggi con ultimo stop datato 5 ottobre scorso, 0-1 al “Picco” contro il Benevento. All'Arena Garibaldi per Claudio Terzi sarà la trecentesima in serie B (senza playoff), la centesima invece per Matteo Ricci, sempre considerando la sola regular season. Sul fronte formazione, in dubbio Juan Ramos mentre sarà Giulio Maggiore a sostituire Luca Mora, alle prese con l'infortunio muscolare che l'ha messo fuori causa nel match contro il Chievo. Davanti ancora ballottaggio Gyasi-Gudj.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News