Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pandullo: "L'anomalia del tifo spezzino è figlia della nostra storia"

sociologia aquilotta
Pandullo: "L'anomalia del tifo spezzino è figlia della nostra storia"

La Spezia - Quale indossare giovedì sera? Quattro le opzioni: Arbre Magique, Hyundai, Bertella o Grunland. Si riconoscono così, dallo sponsor di stagione e si declinano al femminile. Metto "la" Hyundai per la maglia del 2007, oppure "la" Bertella per quella della promozione che era in coabitazione con Interconsult. Alberto Pandullo promette di decidere il giorno stesso. Cinquant'anni ed oltre di tifo, qualche passaggio in seno al club, spesso aiutato anche all'esterno. Di fronte alla grandezza del momento storico si fa sociologo del tifo spezzino.
Milanese d'adozione, spesso ospite della San Siro milanista, è l'uomo giusto per spiegare al piano di sopra da dove viene lo Spezia che cerca la sua prima storica promozione in serie A. "Non possiamo avere la pretesa di essere i detentori della passione calcistica, ci sono tante piazze che amano la propria squadra visceralmente - dice il giorno dopo la finale d'andata -. Però ci sono particolari che ci distinguono. Intanto il club si chiamava Spezia Foot Ball Club e ha 114 anni di vita. Ha vissuto due conflitti mondiali, ha vinto uno scudetto meritatissimo durante la Seconda, uno scudetto che se fosse finito al Torino oggi sarebbe riconosciuto e nella bacheca granata. Sono sicuro che il mio amico Urbano Cairo sarebbe d'accordo con me su questa affermazione".
Poi la lunga fase della terza serie, che stava strettissima alla città. "Nel dopoguerra lo stadio Picco è diventato il luogo d'aggregazione principe di una città che puntava tutto sull'industria. E lì si sono succedute le generazioni, la passione si è trasmessa di padre in figlio. Se punti un compasso sulla Spezia, vedrai che tutte o quasi le città limitrofe hanno avuto una squadra in massima serie in altri sport. La Spezia è sempre rimasta legata allo Spezia invece, al di là dei risultati e delle amarezze. E' questa l'anomalia spezzina. E oggi? Oggi mi sento ancora dentro quella storia. E non mi sento ancora in serie A. Ci sarà da soffrire giovedì".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News