Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Gennaio - ore 22.55

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

LO SPEZIA TORNA A VINCERE. PER VOLARE C'E' TEMPO

Iunco mvp, sblocca e fa segnare Madonna. Stavolta le aquile reggono ma il Trapani è pericoloso e non sfigura.

LO SPEZIA TORNA A VINCERE. PER VOLARE C'E' TEMPO

La Spezia - SPEZIA-TRAPANI 2-0
Marcatori: 7'pt Iunco, 34'pt Madonna

SPEZIA (4-4-2)
Russo; Rivalta, Lucioni, Murolo, Ferrini; Madonna, Bianco (21'st Lollo), Papini, Vannucchi; Evacuo (43'st Testini), Iunco (14'st Mastronunzio). A disp. Conti, Enow, Casoli, Ferretti. All. Michele Serena

TRAPANI (4-4-2)
Castelli; Priola, Pagliarulo, Filippi, Daì (33'st Ficarotta); Barraco, Provenzano (9'st Tedesco), Caccetta, Madonia; Abate, Gambino. A disp. Dolenti, Lo Bue, Cianni, Domicolo, Tedesco, Mastrolilli. All. Roberto Boscaglia.

Arbitro: Francesco Borriello di Mantova
Collaboratori: Giuseppe Servilio e Mohamed Mauhmoud Atta Alla Mostafa di Roma 1.
Ammoniti: Bianco, Lollo, Russo, Ferrini (S), Gambino, Madonia (T)
Recupero: 1'(pt), 5'(st)
Spettatori: 4700 spettatori (1989 paganti+2711 abbonati)
Incasso odierno: 21.378,50

Pre-partita.
14.30 - Un pomeriggio di sole deciso e di brezza autunnale accoglie Spezia e Trapani per la sesta giornata di campionato. E' la prima sulla panchina bianca per mister Michele Serena, subentrato martedì ad Elio Gustinetti.

14.35 - Serena sceglie un 4-4-2 con l'esordio assoluto di Ferrini, il ritorno in campo di Iunco in coppia con Evacuo e l'impiego di Vannucchi a sostegno. In campo anche Murolo e Bianco, visto che Buzzegoli non ce l'ha fatta e non è nemmeno in panchina.

14.40 - In tribuna l'ex allenatore del Vicenza, Silvio Baldini e il direttore generale del Genoa, Stefano Capozucca.

14.50 - Bel colpo d'occhio in curva ospiti: circa centocinquanta i tifosi provenienti da Trapani, tutti compatti in curva Piscina. Al momento circa 3500 spettatori allo stadio "Picco".

14.55 - Strisce bianche nei distinti, c'è una novità: lo Spezia torna ad occupare la vecchia panchina, verso la Ferrovia.

14.59 - Minuto di silenzio in onore e memoria di Sergio Curletto, ex calciatore, dirigente e allenatore dello Spezia Calcio.

Primo tempo
Riprendersi un ruolo e un'identità, chiudere in fretta la brutta pagina iniziale, allontanare lo spettro di una stagione anonima, anche se dopo un solo mese non è ancora tempo di far scorrere prematuri titoli di coda. Ma smettere di parlare di promozione dovuta, solo perché in campo ci sono tanti nomi e presenze importarti, sarebbe già un bel modo di ripartire. Con questi e solo con questi presupposti si può invertire la tendenza della stagione: passa anche dalla sfida inedita al Trapani di mister Boscaglia, la storia del nuovo Spezia targato Michele Serena.
Meno di una settimana di lavoro col gruppo, ma a mettere la partita sui giusti binari ci pensa il nuovo capitano dello Spezia, Antimo Iunco, che dopo soli 7' con una prepotente incornata, schiaccia a rete un corner calibrato perfettamente da Vannucchi. E' un gol che aiuta moralmente una squadra bisognosa di punture di fiducia e la parata plastica di Russo su bolide dalla distanza di Gambino, può essere il segno di un cambiamento, rispetto al cliché del recente passato.
Il Trapani gioca duro, lo Spezia perde un po' le staffe mentre al 12' per poco ad Abate non riesce una bella girata al volo, su lob di Barraco.
Partita che si svolge su buoni ritmi, i siciliani giocano sempre a viso aperto e lo Spezia, forte del vantaggio, utilizza scambi stretti e ripartenze: come al 17' quando Madonna imbocca un'autostrada e crossa sul secondo palo per l'accorrente Evacuo che colpisce di testa, senza inquadrare la porta difesa da Castelli.
Madonna e Iunco duettano con profitto e in area arriva più di un cross utile ma Evacuo sembra troppo solo per poter scardinare la difesa guidata da Filippi: Vannucchi è più uomo da manovra e dall'esterno il suo apporto non può che essere a mezzo servizio. A proposito di Filippi, capitano del Trapani, l'ex trevigiano è l'esempio di quanto i tifosi abbiano la memoria lunga: fischiatissimo ad ogni intervento, anche a dieci anni di distanza dalla famosa partita del “Tenni” che permise al Livorno di festeggiare virtualmente la serie B.
Dopo una decina di minuti di stallo, Iunco dimostra la sua imprescindibilità e confeziona un assist al bacio per il raddoppio: corre il minuto 34 quando nello stretto dialoga con Evacuo e giunto al limite, invece di calciare col destro, trova uno scarico 'no-look' per l'accorrente Madonna che di prima intenzione incrocia diagonale sotto il sette. Tanta roba
Sul doppio vantaggio, gli aquilotti rallentano la manovra preferendo non scoprirsi ma il 2-0 è già un buon tesoretto da conservare.

Secondo tempo
Che ogni partita non ha mai nulla di scontato, lo Spezia lo capisce anche quest'oggi, in apertura di ripresa: amnesia di Rivalta che non chiude su Gambino, scarico per Madonia e gran diagonale che si stampa contro la traversa a Russo battuto. Brividi veri e non certo per colpa del vento che aleggia sul “Picco”.
Lo Spezia si scuote e poco dopo Madonna mette al centro una bella palla per Evacuo ma la coppia centrale siciliana ci mette una pezza sparacchiando via la palla, prima che l'attaccante di Pompei riesca ad intervenire sotto-porta. Al 13' lo stesso ex bomber del Benevento, servito perfettamente da Iunco, incespica inspiegabilmente sulla palla e perde il tempo per la battuta.
Lo Spezia cala d'intensità, il Trapani prende coraggio: ci vuole ben altro registro per non incappare in sorprese che oggi più che mai vanno evitate. Serena toglie un Iunco in giornata di grazie, anche in previsione della partita di mercoledì a Lanciano, ed inserisce al suo posto Mastronunzio che va a far coppia con Evacuo.
Due recuperi difensivi per l'ex attaccante del Siena, probabilmente non insensibile alle critiche di scarso impegno patite in settimana dai tifosi, mentre il neo-entrato Tedesco al 21' ci prova col sinistro, lambendo il palo, alla destra di Russo.
Esce anche Bianco, dentro Lollo, mentre nel Trapani l'ingresso di Ficarotta è salutato con...un'ovazione dal pubblico spezzino, ma un diagonale di Abate al 33' toglie d'un colpo sorrisi ed ironie perché se non entra è solo di un soffio.
Di qui in poi la gara perde intensità, anche gli ospiti non sembrano più avere troppa convinzione mentre Mastronunzio ingaggia una specie di duello a distanza col direttore di gara, che gli fischia tutto contro, non sempre a ragione. Il tempo per rivedere in campo anche Emiliano Testini e il fischio finale di un Borriello da dimenticare.
Lo Spezia torna alla vittoria nella prima delle tre partite ravvicinate che possono rideterminare le sorti del campionato: Antimo Iunco fa davvero la differenza, segna un gol che porta la gara sul giusto solco ma c'è ancora molto da lavorare. Il Trapani esce dal “Picco” sconfitto nei numeri (ma ha avuto anche diverse occasioni, compresa la traversa, e su questo Serena dovrà riflettere) ma non nella cifra tecnico-agonistica, a dimostrazione che il buon inizio di campionato non era affatto casuale. Ora la riprova a Lanciano, sconfitto per 3-1 in casa del Piacenza. Tanto per ribadire quanto questo campionato sia equilibrato e tutto da giocare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News