Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Settembre - ore 12.38

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ovunque Marilungo, imperdonabile Mora, imprescindibile Juande

Gallo rivoluziona lo Spezia quattro volte, ma una sbavatura causa il pareggio.

Ovunque Marilungo, imperdonabile Mora, imprescindibile Juande

La Spezia - Manfredini 6 - Si deve difendere solamente da un maldestro retropassaggio di Giani per tutta la prima frazione. Nella ripresa qualche presa alta, poi capitola su un tiro forte che intuisce ma non riesce a mandare fuori dalla porta.

De Col sv - Dopo 32 partite a correre avanti e indietro lungo la fascia senza pausa, il guerriero De Col alza bandiera bianca dopo l’ennesimo scatto (23’pt Augello 6 - Limita le discese, non è d’altra parte la sua fascia quella che copre fino al passaggio al 3-5-1. Quando può percorrere la mancina lo si vede anche in avanti)

Terzi 6 - Lui e Juande, che spesso si abbassa sulla linea della difesa, si cercano finché uno dei due non fa partire l’azione.

Giani 6 - C’è da annoiarsi per quasi tutto il primo tempo, solo la disparità numerica sposta il baricentro del gioco un po’ più verso l’area bianca. Si perde Monachello solo una volta ma concedendo giusto un colpo di testa dal limite dell’area.

Lopez 6 - Tra lui e Mora sembrano vedersi le cose migliori da quando il suo partner su quel versante non è più Pessina. Arrivano cross interessanti che trovano però sette maglie arancioni pronte a spedirli fuori dall’area. Più prudente nella ripresa, respinge come può e propizia sfortunatamente il pareggio.

Maggiore 6 - Una ventata d’azzurro vederlo giocare accanto al compagno di under 19 Clemenza. Va in crescendo durante la partita, sebbene paghi in chilogrammi anche questa sera nei confronti dei suoi avversari diretti. Prova il tiro di forza con coraggio.

Juande 6,5 - Lo Spezia migliore di queste settimane passa dai suoi piedi. Gioca di prima, il pallone circola a una velocità maggiore e tutta la squadra si distende con maggiore armonia. Indispensabile da qui alla fine per cambiare marcia.

Mora 4,5 - Spende un giallo per fermare Clemenza, ma è soprattutto il segnale di un nervosismo che sfocia nella gomitata rifilata a Pinto allo scadere del primo tempo. Piscopo però ignora e scorrettezze in serie che il terzino dedica all’aquilotto da inizio partita.

Marilungo 6,5 - Parte trequartista, passa a esterno sinistro e finisce a seconda punta. Le esigenze lo sballottano per il campo, ma poi ci mette anche la voglia di sacrificarsi e andare a prendersi qualche pallone da solo. Si inventa il gol mentre viene visibilmente trattenuto, poi rimane solo là davanti.

Granoche 6 - Non toccherà tanti palloni, ma è una partita di presenza la sua. Una presenza che impegna l’intera difesa dell’Ascoli, soprattutto nel momento in cui Forte deve uscire per dare forma allo Spezia in inferiorità numerica (28’st Capelli 5,5 - Dentro per farsi valere sulle palle alte)

Forte 6 - Si stampa contro il palo il primo guizzo della partita, dopo che aveva vinto con la forza la guardia di Gigliotti e Mengoni. Padella fa di tutto affinché anche lui reagisca come Mora, ma non trova sponda. Sacrificato per cercare un nuovo equilibrio tattico (1’st Bolzoni 5,5 - Oggi mezzala per l’occasione, fa legna a centrocampo ma non gestisce sempre con serenità il pallone).

All. Fabio Gallo 6 - Al quarantesimo i suoi piani sono già abbondandentemente saltati: ha perso il terzino destro e lo Spezia è in dieci. Nel turn over non entra Mora e la fiducia che gli concede non viene ripagata. A quel punto vara una sorta di 3-4-2 con Marilungo sulla fascia e Lopez centrale di difesa, ma è solo mossa d’emergenza; nel secondo tempo entra Bolzoni ed ecco un razionale 4-3-2.
Dall’ora di gioco Cosmi prova a vincerla mettendo Varela ma i suoi risono diligenti e non si scompongono. Ottenuto il vantaggio si copre immediatamente con Cappelli che compone un difesa a tre e permette un centrocampo a cinque. Soffre poco, ma alla fine arriva il pareggio su una delle poche sbavature della difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News