Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Marzo - ore 16.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oukhadda e Zammarini, idee per lo Spezia del futuro

Angelozzi intende guardare oltre l'imminenza e mette nel mirino due calciatori di grandi speranze.

domani inizia il calciomercato
Oukhadda e Zammarini, idee per lo Spezia del futuro

La Spezia - Una stellina che brilla già troppo forte per rimanere in terza serie. E' quella di Shady Oukhadda, uno dei giocatori più promettenti del vivaio del Torino, che lo ha prestato in estate all’Albissola, squadra ligure neopromossa in serie C che dopo un avvio difficoltoso sembra aver preso le misure con la categoria. Ebbene il calciatore marocchino, ma nato nel 1999 ad Abano Terme, sembra poter bruciare le tappe dall'alto delle sue 18 presenze con la casacca bianco-azzurro-nera. Gianluca Petrachi, attento diesse dei granata, sta valutando la possibilità di portarlo ad un livello superiore già da gennaio. D'altro canto il Toro nel 2015 era stato bravo ad anticipare tutti quando il giocatore, richiesto anche dal Wolverhampton, si ritrovò svincolato dal Padova, la squadra che lo aveva notato quando era ancora adolescente. Lo Spezia potrebbe anche essere interessato al calciatore che ha vinto con i granata la Coppa Italia Primavera 2017/2018, anche se in quella zona del campo la concorrenza è forte e il pensiero potrebbe andare a giugno, momento in cui si osa di più: altrimenti si potrebbe trovare un accordo per giugno in ottica della prossima stagione.

Nel mirino, probabilmente anche in questo caso più in funzione dell'anno prossimo, il centrocampista Roberto Zammarini, classe 1996 di proprietà del Pisa. Il calciatore di Casalmaggiore in questa stagione ha collezionato 16 presenze con tre gol e altrettanti assist. Arrivato al Pisa nel 2017 (ha in essere un contratto fino al 2021) dal Mantova (lo Spezia lo seguì anche nel 2015, ai tempi del primo Angelozzi), dovrà andare in prestito al Pordenone per sbocciare in modo definitivo, quasi sorprendente: in Friuli dove ha giocato insieme all'ex aquilotto Ciurria, trova quella continuità che tanto gli era mancata e realizza 5 gol in 15 partite, dimostrando di essere un centrocampista capace di fare bene la mezzala, ma anche l'esterno. Anche lui crede nella possibilità finalmente di potersi misurare in una categoria superiore ma chiaramente il club nerazzurro, che sborsò a suo tempo per averlo 250mila euro, vorrebbe contare almeno fino a giugno sulle sue abilità, tentando la scalata al girone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News