Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Ottobre - ore 16.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Offerta bassa e la cessione di Maggiore slitta ancora

Angelozzi chiede almeno mezzo milione per non svendere il calciatore, che da parte sua vuole andare via. Per ora nessuno si è avvicinato a quella cifra, neanche la Spal che pure sembra la più interessata al centrocampista.

Offerta bassa e la cessione di Maggiore slitta ancora

La Spezia - Non c'è ancora accordo tra lo Spezia e la Spal per il cartellino di Giulio Maggiore, la cui cessione è rimandata a data da destinarsi. I ferraresi, che hanno mollato la pista Corbo, giocano al ribasso forti della volontà del giocatore e dei suoi agenti di portarlo via dalla Spezia, il club aquilotto però non cede e continua così un braccio di ferro di cui non si vede la fine ancora oggi che agosto è alle porte. In settimana un nuovo contatto dovrebbe concretizzarsi tra Guido Angelozzi e il collega emiliano Davide Vagnati per tentare di sbloccare la situazione, ma l'esito rimane incerto.

Via Melara valuta il calciatore non meno di 500mila euro, stima già prudente e figlia del contratto in scadenza nel 2019 che affretterebbe i tempi dell'addio. Per adesso nessuno dei club che si sono avvicinati al centrocampista ha messo tale cifra sul piatto. Neanche la Spal, la società che sembra avere il maggiore interesse per il classe 1998, che d'altra parte si allena regolarmente con i compagni a Pontremoli e che Pasquale Marino sta utilizzando in tutte le amichevoli senza remore di sorta. Anche gli eventuali prestiti messi sul piatto come contropartita non sono bastati a fare breccia fino ad oggi. Il risultato è che lo stallo rimane.

L'ipotesi di un rinnovo, di un riavvicinamento tra le parti, sembra però fuori discussione. Maggiore è entrato da un mese nell'ultimo anno di contratto e continua a percepire lo stipendio che gli garantì la sua prima firma da professionista. Le cifre sono quelle del minimo sindacale: circa 17mila euro annui di stipendio garantito, che però con i bonus la scorsa stagione portarono gli emolumenti un po' sopra gli 80mila circa. Comunque pochi per la media di un titolare in cadetteria, soprattutto con quel rendimento. L'ultima offerta dello Spezia per il rinnovo avrebbe portato il fisso oltrei centomila, ma è stata giudicata tardiva e il rapporto appare ormai deteriorato.

Guido Angelozzi del "dossier Maggiore" ha fatto subito una priorità al suo arrivo, dedicando uno dei suoi primi incontri proprio a Martinelli e Coti, che gestiscono il ragazzo, ancor prima di essere presentato ufficialmente. Non ha potuto però che prendere atto della situazione e ora sta cercando di spuntare il prezzo migliore. Non è escluso che in assenza di una cifra per il cartellino che soddisfi tutti, questo impasse non si protragga ancora. Alla fine del mercato mancano ancora quattro settimane, tra tre invece la Spal potrebbe arrivare al "Picco" per il quarto turno della Coppa Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News