Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nzola e gli altri, chi può valere più di Okereke?

Le prime sette giornate mettono in vetrina già diversi aquilotti. Ma non basta una buona stagione per creare una cessione record, avvertono gli esperti. Per questo il nigeriano venduto a 10 milioni rimane ancora un capolavoro di mercato.

presente e futuro
Nzola e gli altri, chi può valere più di Okereke?

La Spezia - Giocare in serie A è di per sé un moltiplicatore del valore dei calciatori. Ma la quotazione raggiunta da David Okereke nell'estate del 2019, quando fu venduto dallo Spezia al Bruges per 10 milioni di euro circa, ha alzato di molto l'asticella. Dieci reti e 10 assist nella serie B italiana effettuati indifferentemente con il destro, il sinistro e la testa. Una spiccata duttilità tattica che gli ha permesso di essere schierato in tutti i ruoli dell'attacco. E poi la giovane età ed un contratto con scadenza lontana ancora in essere. Sono questi alcuni dei fattori che hanno permesso di vendere l'attaccante nigeriano a quella cifra a cinque zeri.
L'osservatorio CIES Football ha creato un vero e proprio algoritmo per predire il valore effettivo di un calciatore. Uno strumento in mano ai club che si muovo all'interno "di un contesto altamente speculativo" come quello del calciomercato. Dove esistono dati certi, quelli delle statistiche degli atleti stessi, e voci a volte create ad arte per generare interesse attorno ad un elemento. Insomma, per chi si chiede oggi quanto potrà valere M'Bala Nzola a fine stagione confermandosi a questi livelli, la risposta non è immediata.

Tre i gruppi in cui si possono dividere gli indicatori che incidono sul prezzo finale secondo gli analisti svizzeri. Il primo riguarda il giocatore stesso. Si guardano ovviamente le statistiche (presenze, gol fatti, assist, passaggi, dribbling, etc.), ma anche l'età, l'importanza e la lunghezza dell'ultimo contratto firmato. Più lontana la scadenza, più alto il prezzo. Il cartellino di Gyasi, in procinto di firmare il rinnovo, guadagnerà di valore un minuto dopo aver firmato il prolungamento con lo Spezia. Ma incide anche la storia calcistica e lo status internazionale, quindi una chiamata dalla nazionale ghanese per lui, o angolana per Nzola, sarebbero un'ottima notizia dal punto di vista patrimoniale per Via Melara.
Ha un peso nel determinare il valore di un calciatore anche la forza economica ed il livello del club di appartenenza. Concetto questo meno immediato forse, soprattutto in caso di una neopromossa come lo Spezia. Per il mercato una realtà di serie A o no? CIES invita a valutare gli investimenti fatti di recente ed il loro livello per farsi un'idea. Vale più comprare un calciatore da 3 milioni in massima serie che acquistarne tre da un milione dalla serie B, semplificando il concetto. Lo Spezia ha mosso tanto, rimanendo però su budget contenuti rispetto per esempio al Benevento.

Lo Spezia odierno, nonostante si sia fortemente concentrato sui prestiti a causa dei tempi stretti, ha non pochi elementi in rampa di lancio. I classe 1998 Maggiore, Ferrer ed Erlic sono i più giovani, con il croato che potrebbe sfruttare la serie A per guadagnarsi una finestra anche sulla nazionale maggiore in questa stagione. Matteo Ricci ha avuto un grande impatto con la categoria. Più facile per gli attaccanti guadagnare valore. Nzola veniva trattato a 900mila euro in serie B prima della pandemia ed il suo cartellino è destinato a lievitare. Così Gyasi, nonostante abbia due anni in più del francese. Ma lo Spezia ha anche in mano il riscatto facile per i vari Verde, Estevez, Sena. E infine c'è Ismajli, già costato 2.5 milioni e che in Italia può fare un salto di qualità.
Ci sono infine una miriade di variabili da analizzare caso per caso che possono fare la differenza, come "la necessità di un club di trovare liquidità in tempi brevi, dissapori tra un calciatore ed il suo tecnico o i compagni, l'acquisto di un elemento con le sue stesse caratteristiche, problemi fisici o disciplinari". E poi la dinamica stessa della trattativa. Nella cessione record di Okereke in Belgio, ebbe grande gioco nel far lievitare la valutazione l'interesse da parte di alcuni club di Premier League che l'entourage del calciatore riuscì a coagulare attorno all'attaccante. Un tratto in comune tra Nzola e Okereke c'è già: come Marino, così Italiano, i due hanno alle spalle un allenatore che ha trovato il modo di esaltarne il gioco. E questa è la vera base di ogni valutazione futura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News