Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Febbraio - ore 13.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Nippo Fantini, addio a un anno d'oro con la speranza che il prossimo sia rosa

Mai tanti successi come nel 2017 per il team spezzino-giapponese. "Sognamo di tornare al Giro d'Italia," dice il team manager Pelosi. L'addio di Damiano Cunego e l'esplosione di Marco Canola: "Sono un competitivo per natura".

Nippo Fantini, addio a un anno d'oro con la speranza che il prossimo sia rosa

La Spezia - E' stato il team professional più vincente della scorsa stagione ed è questa la carta che la Nippo Vini Fantini Europa Ovini ha messo sul tavolo di RCS quest'anno. Per la verità non la sola, visto che permettere a Damiano Cunego di chiudere la carriera al Giro d'Italia per qualcuno sarebbe quasi un "dovere morale" per il movimento ciclistico italiano. Una cosa è certa, lo scalatore veronese sarebbe l'unico vincitore italiano del Giro d'Italia a partecipare alla corsa rosa edizione 2018, visto che Vincenzo Nibali ha già annunciato di volersi concentrare solo sul Tour de France. E allora è già partita l'attesa per il 15 gennaio, quando si saprà se il team ciclistico spezzino, abruzzese e giapponese potrà tornare a disputare la kermesse più ambita.
Nel frattempo continuano gli allenamenti sulle strade della provincia, ancora una volta ospiti dell'Hotel Gabbiano. La pattuglia orangeblue scende ogni giorno dalla cattedrale e spinge il manubrio alla ricerca della forma migliore. "C'è entusiasmo, intanto perché come sempre l'ospitalità è stata ottima e poi perché veniamo da una stagione esaltante: abbiamo vinto quattro delle tredici gare in Europa e abbiamo sbancato la Japan Cup, prima professional a riuscirci in 28 anni", illustra Francesco Pelosi, spezzino doc e team manager della Nippo Fantini. E' lui ad aver messo la sede in Via Galilei, pieno centro storico, dove sorge la sua creatura Sun Times. Per adesso. "Ci sposteremo, sempre rimanendo alla Spezia, e la sede del team si sposterà con noi. E lì ci sarà un corner per il merchandising dedicato ai colori orangeblue".

Si è appena spenta l'eco della visita del governatore Giovanni Toti, accompagnato dall'assessore Giacomo Giampedrone. E' la Liguria terra leggiadra di calciatori in quattro province su quattro. Poi però la Spezia è, anche in questo, diversa rispetto al resto della regione. Di là la pallanuoto, di qua il ciclismo. La Nippo Fantini è la prima e unica scuderia professionistica nata tra Luni e Mentone, un fattore che dovrebbe riservarle un'attenzione particolare e invece forse ancora non è percepito nella sua straordinarietà. "Noi siamo certamente un team internazionale, con una forte matrice ligure e una forte matrice abruzzese. Alla Spezia abbiamo la testa, diciamo".
I giapponesi invece alla Spezia hanno messo gli occhi. Il team è per metà giapponese come detto, con un piede a Tokyo, e l'anno scorso nel Sol Levante sono andati matti per il video promozionale girato proprio in provincia della Spezia. "La Passeggiata Morin, la litoranea per le Cinque Terre, Porto Venere... insomma, abbiamo dovuto mettere i sottotitoli perché tutti ci chiedevano dove fossero quei luoghi meravigliosi". E oggi si replica, con le riprese di un giro tutto nuovo che comprende anche Lerici e uno spettacolare arrivo in discesa alla marina di Manarola. Il giro però che tutti hanno in testa è uno solo, quello con la "G" maiuscola. L'esclusione dell'anno scorso ha bruciato parecchio. "Non posso negare che è stato molto difficile. Speriamo nella fiducia degli organizzatori, che diano la possibilità a un progetto internazionale composto da giovani ciclisti, italiani e giapponesi, di dimostrare che valiamo quel palcoscenico", chiosa Pelosi.

A valerlo c'è Cunego certo, ma c'è anche Marco Canola. Un passaggio di testimone ideale quello tra il veronese e il vicentino, che l'anno scorso ha vinto sette gare con 42 piazzamenti nei primi dieci. Ha 28 anni ed è in piena maturazione. "Non sono uno di tante parole, dico la verità, a me piace stare sui pedali - dice, ma poi si accende a pensare alle strade che verranno - La corsa rosa è la più importante per noi italiani, io ne ho vinto una tappa (Fossano-Rivarolo Canavese, 157km, nel 2014, ndr) e sento che quest'anno potrei ripetermi. E poi se vinci la prima, chissà cosa può scattare. Sono un competitivo, nei percorsi misti do il meglio e al Giro d'Italia ce ne sono tanti".
Dopo quell'exploit ha passato due anni negli Stati Uniti, un'esperienza che rifarebbe. "Sono state due stagioni formative, ho vissuto un altro mondo e sono cresciuto tanto. Si usciva in bici, che fosse North Carolina o New Mexico, e c'erano queste strade libere da macchine da divorare. Qua chiaramente devi fare i conti con il traffico, abbiamo trovato percorsi spettacolari alla Spezia per il panorama, ma in Italia gli automobilisti non hanno ancora quel rispetto che altrove è molto più marcato". Nell'attesa di tornare profeta in patria, ha conquistato sia la preview del giorno prima che la vera e propria Japan Cup entrando nella storia della loro "Milano-Sanremo". "I giapponesi sono un popolo tutto da scoprire, da cui ricevi sempre quanto dai. In questo mondo un giorno sei alle stelle e il giorno dopo sei dimenticato, loro invece ti insegnano che c'è una continuità nel rispetto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News