Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Nicolas Viola, l'identikit del regista da Spezia

Il centrocampo ha bisogno di un puntello, il sannita piace anche al Bari. Andrissi è al lavoro, a due passi da Milano. Giorgi sarà confermato, Acampora vorrebbe cambiare aria.

Nicolas Viola, l'identikit del regista da Spezia

La Spezia - Poche idee ma... chiare. Nell'intervista a Città della Spezia il diesse Gianluca Andrissi non ha voluto scoprire le proprie carte come ogni inizio di mercato, comprensibilmente, impone. Ma quel che sembra certificabile, leggendo fra le righe, è che l'ex uomo mercato del Como, insieme al tecnico Fabio Gallo, ha già individuato i ruoli scoperti per quel che riguarda il mercato in entrata: ora che la squadra, con il 4-3-1-2, ha conquistato finalmente una propria identità e la classifica è decisamente in linea con il potenziale della rosa, sarebbe un guaio andare a snaturane la fisionomia. E nel mercato invernale serve correggere il tiro, mandare a giocare chi ne ha bisogno anche risparmiando qualche stipendio ma soprattutto cercando di scegliere profili capaci di entrare nel modo giusto negli equilibri pre-esistenti: serve, insomma, gente di categoria, pronta all'uso. "Non ci sarà una preparazione particolare - disse prima di Natale a Cds Fabio Gallo -, proseguiremo il lavoro iniziato in estate, secondo le nostre tabelle. Non abbiamo mai smesso di correre". La sensazione è che si andrà ad individuare calciatori senza infortuni da smaltire e che dovranno soltanto pensare ad imparare gli schemi e i nomi dei compagni.
Un giocatore arriverà per il centrocampo, laddove Gallo ha fatto meno turn-over: nella zona nevralgica infatti Pessina ha messo insieme 18 presenze, Maggiore 16, Vignali 15, Bolzoni 13, poi il vuoto. Juande resterà in bianco e a febbraio sarà libero di accasarsi, Acampora invece dovrebbe partire di nuovo, dopo l'ottima annata a Perugia e il ritorno a casa, in chiaro-scuro con sole due presenze ed una mezza bocciatura che il giocatore si sente addosso. Il centrocampista napoletano in Umbria tornerebbe volentieri ma non c'è più Bucchi, nel frattempo esonerato dal Sassuolo, e bisognerà vedere le intenzioni di Breda, tecnico che sta raccogliendo meno delle tante aspettative che c'erano intorno al club ad inizio anno. Rimarrà invece in maglia bianca Luigi Giorgi, che ha combattuto con tanti problemi fisici e si è rivisto nel finale del girone d'andata: all'ex capitano dell'Ascoli si chiede di tornare ad essere il condottiero che ha contribuito a tante vittorie marchigiane.

Se Acampora troverà una collocazione, lo Spezia si muoverà sul mercato con ancor più libertà, andando a bussare di nuovo alle porte del Benevento per Benito Nicolas Viola, 28 anni lo scorso 12 ottobre, regista difensivo di piede sinistro, ma anche trequartista se il copione lo richiede. Calabrese di nascita, è cresciuto nel settore giovanile della Reggina e nel 2011, a 22 anni non ancora compiuti, fu premiato come miglior giovane della cadetteria in compartecipazione con il futuro milanista Stephan El Shaarawy. Tre anni prima l'esordio a a San Siro contro l'Inter da titolare nell'incontro valido per il ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia mentre il debutto in serie A avviene nel gennaio 2009 in Reggina-Lazio (2-3). Il ritorno degli amaranto in serie B gli permette di crescere e segnare il suo primo gol il 24 agosto del medesimo anno nel posticipo della prima giornata della Serie B, Cesena-Reggina (0-1), decisiva ai fini della vittoria. Con Atzori l'anno successivo è titolare e gioca i playoff di serie B (5 gol alla fine), firma il rinnovo ma il Palermo piomba su di lui e se lo prende in comproprietà a gennaio 2012, decidendo comunque di lasciare il calciatore in prestito alla Reggina fino al termine della stagione (saranno sei i gol). In rosanero gioca con Gasperini, mai con Malesani, poco con Sannino poi la Reggina cede la propria metà alla Ternana che lo prende in prestito, giocando con discreta continuità. La seconda stagione in terra umbra è la migliore con 39 presenze e 3 reti realizzate. Svincolato dal Palermo nell'estate 2015 trova una nuova casa a Novara, sfiora il Toro e il ritorno nella massima serie, per poi passare al Benevento nel mercato invernale di un anno fa, partecipando alla grande cavalcata sannita in massima serie. Sulla panchina giallorossa da qualche settimana è seduto De Zerbi che ha chiesto alla società di poter mettere mano in modo sostanziale al centrocampo: Viola, che non ha retto l'impatto con la serie A, non rientra nei piani dell'ex tecnico di Palermo e Foggia e potrebbe essere girato in prestito, visto che il suo contratto scadrà il 30 giugno 2019. Ha mercato, e mercato di vertice, perché su di lui si è mosso il Bari, uno dei top-club della cadetteria ma il progetto Spezia, che finora ha rivitalizzato diversi giocatori rimasti ai margini delle proprie squadre passate, potrebbe interessare di più il centrocampista di Oppido Mamertina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News