Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 19.28

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Marino: "Calendario impegnativo, cinque sostituzioni sono un'opportunità"

Il ritorno al "Picco" senza pubblico non sarà certo quello che si poteva immaginare prima del blocco dei campionati, ma l'allenatore bada al sodo: "Posso solo pensare in positivo per quello che trasmettono i ragazzi".

parla l'ex tecnico aquilotto
Marino: "Calendario impegnativo, cinque sostituzioni sono un'opportunità"

La Spezia - Senza il pubblico del "Picco", quello che gli è stato accanto per l'ultima stagione, non può essere il ritorno che si poteva immaginare prima del coronavirus. Per Pasquale Marino, 39 panchine complessive con lo Spezia fatte di 15 vittorie, altrettante sconfitte e 9 pareggi, la grande rincorsa dell'Empoli alle zone alte passa innanzitutto dal recente passato, che per la verità dopo i mesi di stop sembra un po' più lontano di quel che realmente è: "Se facciamo una bella prestazione può incidere in modo positivo, altrimento il contrario. Ma ci sono tante partite, l'entusiasmo di questa ripartenza deve essere tanto perché ricordiamoci che sembrava non si potesse ricominciare mai. Noi dobbiamo sfruttare questa possibilità.

Il suo arrivo ha rigenerato il gruppo azzurro, che aveva cominciato malissimo con Roberto Muzzi. Cento giorni dopo il time-out imposto dall'emergenza Covid19, come sta la squadra? "Abbiamo fatto un lavoro anche nel periodo in cui non si poteva uscire, i ragazzi sono tornati già pronti e il lavoro dei preparatori è stato fatto bene. E' da verificare il campo, i novanta minuti, l'incognita è per noi e per gli altri. Abbiamo dovuto centellinare il lavoro per non forzare tanto ed evitare così infortuni muscolari. Non abbiamo avuto tantissimi problemi, adesso vediamo cosa succederà con le partite. Coi ragazzi si è lavorato bene, nel periodo di fermo sicuramente le conoscenze migliorano però dal punto di vista erano ragazzi che io conoscevo. Posso solo pensare in positivo per quello che trasmettono".

Obiettivi possibili come i playoff, o corsa all'impazzata per la promozione diretta? "Dobbiamo avere lo spirito giusto a prescindere da come andrà il campionato, giocando partita per partita come abbiamo fatto da quando sono arrivato. Adesso c'è un calendario impegnativo, c'è l'incognita della ripartenza ma i ragazzi hanno lavorato al massimo delle loro possibilità. La formazione? In questo organico ci sono poche differenze tra gli ipotetici titolari e chi gioca meno, ma abbiamo bisogno di tutti, perché siamo obbligati a cambiare spesso sia perché è tanto che non giochiamo sia perché le partite saranno molto ravvicinate. Dobbiamo essere bravi a gestire le energie. Le cinque sostituzioni per noi sono una possibilità in più, crescendo la competizione è ievitabile che i ritmi aumentano e questo è positivo. Nessuna squadra è al top della condizione, quindi tutti devono dare il loro contributo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News