Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Agosto - ore 14.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Marilungo disastro, poco Palladino, grande Mastinu

Male l’attacco da subito, poi i cambi rianimano la squadra. Sulle fasce De Col e Lopez soffrono, Mora bene fino alla botta che lo obbliga a uscire. Di Gennaro: una parata incredibile e un'uscita inspiegabile.

Le pagelle di cds
Marilungo disastro, poco Palladino, grande Mastinu

La Spezia - Di Gennaro 6 - Alza le braccia 'istinto e si ritrova il colpo di testa di Geijo tra le mani, ma che brivido. Niente in confronto all’uscita improvvida che abbozza su Falzerano lasciando la porta sguarnita. Quella sì che vale un’extrasistole collettiva dei 5mila e passa del Picco.

De Col 5,5 - Sembra contratto per tutto il primo tempo, forse a causa dei punti alla testa che gli sono stati applicati qualche giorno fa. Il gol lo prende alla sprovvista, vista la dinamica. Finale invece in crescendo come sempre, prova a cercare il fondo e spinge Geijo oltre la linea di fondo con una spallata in corsa.

Terzi 6 - Sfiora la traversa di testa andando vicino al pareggio. Poi è tutto un rincorrere l’attacco degli ospiti, oggi in ottimo spolvero. Senza quel pasticcio innescato da Marilungo in ogni caso Di Gennaro non sarebbe capitolato neanche oggi. Esce palla al piede nel finale per guidare l’assalto, da capitano.

Giani 5,5 - Concede metri a Geijo che se li prende tutti e li sfrutta al meglio, finendo per farlo ammonire nella ripresa sull’ennesima ripartenza veloce. Eppure la chiusura su Zigoni in area con il Venezia ancora in vantaggio è preziosissima e dimostra come alla lunga esca l’esperienza. Finale sui suoi livelli.

Lopez 5,5 - Quella fascia oggi non è tutta sua perché Falzerano è bravo a partire alle sue spalle e lanciarsi verso il fondo. Però è la solita partita generosissima, non sempre supportata da quel piede sinistro che spedisce un cross su due ben lontano dall’area.

Maggiore 6 - Quando Garofalo giocava nello Spezia, lui era alle scuole medie. Oggi è avversario complicato da tenere a bada, perché in 90 minuti sfodera più cross di quanti era riusciti a confezionarli in una stagione al “Picco”. Buona però la sua partita in fase propositiva, si gioca il giallo con saggezza.

Bolzoni 6 - Quanti contrasti, anche aerei. Nel primo tempo ne vince meno di quanti è abituato a conquistarne di solito, poi sale di tono. Gli attaccanti di Inzaghi hanno fisico e sono bravi a fare pressing, lui deve scaricare in fretta il pallone più di una volta.

Mora 6,5 - Da subito setta il contagiri dell’agonismo al limite delle tacche rosse. Splendida la finta che gli permette di entrare in area e servire il pallone del pareggio, sprecato da Palladino. E’ il combattente che tutti si aspettavano, ma ha anche la giocata. Finisce dolorante dopo una botta (32’st Pessina 6 - Oggi a riposo, entra però bene in campo e si rivela importante per spostare il baricentro verso Audero)

Palladino 5 - Così ghiotta quell’occasione dentro l’area piccola che non c’è rimbalzo strano che giustifichi l’errore. Prima, sempre in area, aveva scelto il passaggio invece del tiro. Mai trascinatore però, finisce in panchina dopo un tempo (1’st Mastinu 7 - E quando finalmente lo Spezia tira è il suo piede sinistro ad aver parlato. Nasce così il pareggio da un bolide respinto in angolo. Poi il palo ferma un’intuizione strepitosa da trenta metri. Cambia la partita)

Granoche 6 - Lo vedi soffrire la marcatura di Andelkovic per tutta la partita, lottando invano per trovare un pallone da poter giocare rivolto verso la porta. Però quando c’è da essere al posto giusto, è lì che el Diablo ha capito si giocherà un pezzo della storia di questa partita. Il gol gli dona energia e chiude alla grande.

Marilungo 5 - Iniziare una partita peggio di così è quasi impossibile: passaggio arretrato che diventa un assist perfetto per gli avversari. Non è solo colpa sua quel gol, però lui si porta il marchio per tutti i brutti 35 minuti che gioca. Finisce protestando per una sostituzione e chiude in bruttezza (38’pt Forte 6 - Entra nel momento peggiore della partita, con un certo nervosismo in campo. Fa una partita di sostanza e infine su di lui quell’entrata di Domizzi che lascia più di un dubbio)

All. Fabio Gallo 6,5 - Oggi trova il Marilungo in versione yang e non può far altro che sostituirlo, ma è tutto lo Spezia che entra male in campo. Sceglie insomma male gli uomini inizialmente, poi però azzecca tutti i cambi, almeno quelli non forzati. Mastinu entra alla grande, Forte toglie pressione a Granoche e aiuta tutta la squadra a giocare meglio. La sensazione è che per adesso l'inserimento di Palladino sia un lavoro appena all'inizio, però la gestione psicologica di chi sta in panchina è ancora una volta impeccabile. Un rigore negato e un palo dalla distanza gli negano i tre punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News