Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Ottobre - ore 14.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Marchizza in isolamento, ora attesa per Maggiore

Anche lo spezzino è stato nel gruppo dell'U21 dove le positività al Covid sono ormai sette. Si valuta l'isolamento fiduciario per gli Azzurrini. Buone notizie per Pobega, che era nella squadra riserve e non è partito per l'Islanda.

rosa ampia, scelta saggia
Marchizza in isolamento, ora attesa per Maggiore

La Spezia - Dita incrociate alla Spezia per gli esiti dei tamponi svolti questa mattina sul gruppo dell'Under 21 azzurra. Dopo la positività di Riccardo Marchizza, è adesso sul compagno Giulio Maggiore che si concentrano le attenzioni in casa aquilotta. Il centrocampista infatti ha frequentato la "prima squadra" degli Azzurrini a partire dal raduno del centro tecnico di Tirrenia iniziato esattamente una settimana fa, lunedì 5 ottobre. Il ritiro, gli allenamenti, i pasti ed il viaggio verso l'Islanda per la partita (poi rinviata) di qualificazione agli Europei. Tutto assieme al resto della truppa azzurra, tra i quali sono state riscontrate sette positività ad oggi solo tra i calciatori.
Marchizza, che al momento è lievemente sintomatico, prende dunque la strada dell'isolamento domiciliario (alla Spezia o a Roma), che durerà minimo dieci giorni. Salterà la partita contro la Fiorentina di domenica, poi a metà della prossima settimana farà un tampone che, se negativo, darebbe il via libera al suo ritorno agli allenamenti a Follo. Il caso comunque è in carica all'azienda sanitaria, non più al club o agli organi del calcio. Per Maggiore la situazione è invece meno definita. La partita contro l'Irlanda di domani è in dubbio e se anche il tampone svolto questa mattina dovesse risultare "pulito", allo spezzino (e al resto della nazionale) potrebbe essere chiesta la quarantena fiduciaria per evitare brutte sorprese visti i contatti ravvicinati degli ultimi giorni. Un tampone negativo in queste ore non è infatti garanzia che il virus non si riveli poi nei prossimi giorni, magari dopo aver già frequentato lo spogliatoio del proprio club di appartenenza.
Lo stesso Marchizza era risultato negativo ai tamponi svolti durante il ritiro toscano e anche a quello effettuato a Reykjavik il 9 ottobre all'arrivo in aeroporto. E' invece risultato positivo ad un nuovo test svolto a Tirrenia il 10 ottobre notte dopo il rientro in Italia ed il cui esito è stato reso noto ieri mattina. In tutto questo una buona notizia c'è: Tommaso Pobega, il terzo aquilotto con l'under 21, ha lavorato con la squadra riserve che non è partita per l'Islanda e non è quindi venuto a contatto con i colleghi risultati più infetti. La mezzala dunque segue un percorso diverso ed è, almeno teoricamente, meno a rischio. Una cosa però è certa: la scelta del direttore Mauro Meluso di costruire una rosa ampia si sta già rivelando saggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News