Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Maggiore e Corbo portano altri due milioni in cassa

Angelozzi orientato a dire no a Moncini e Finotto come contropartite, vuole solo cash. Si cercano tre pezzi per il salto di qualità, ma bisogna anche rifondare il settore giovanile per creare le prossime plusvalenze.

dALLA SPAL
Maggiore e Corbo portano altri due milioni in cassa

La Spezia - Niente scambi, niente contropartite tecniche. Lo Spezia vuole solo soldi per cedere in un unico pacchetto Giulio Maggiore e Gabriele Corbo alla Spal, escludendo il passaggio di giocatori che abbassino il prezzo e che pure il club estense aveva messo sul piatto a più riprese. E' su questo aspetto che pare giocarsi la doppia cessione, ormai cosa fatta da chiudere nelle prossime ore, ma solo sulla base di un pagamento cash. Sarebbe la seconda pesante plusvalenza pura nel primo mese di lavoro di Guido Angelozzi alla direzione tecnica, senza i prestiti dei vari Finotto (rifiutato un mese fa e destinato al Cittadella) e Moncini, che al massimo poteva interessare da svincolato.

Per la cessione dei due under si parla di una cifra attorno ai 2 milioni di euro, quasi tutti per la verità garantiti dal difensore classe 2000 Corbo. Un buon campionato con la primavera, un ottimo Viareggio, sempre tra i migliori con la nazionale under 18 azzurra e infine l'esordio in serie B. Senza contare lo stage al Bayern Monaco garantito dalla conoscenza del mercato internazionale di Enzo Raiola e Sandro Martone, che sul ragazzo hanno fatto un lavoro notevole. E' davvero il momento del centrale originario di Napoli, che quest'anno in aquilotto sarebbe comunque partito come quinto difensore nelle gerarchie. Di fronte a una cifra a sei zeri, non di molto inferiore a quella pagata dall'Inter per Samuele Mulattieri (gli attaccanti valgono di più anche tra i giovani), lo Spezia vende e segna un altro più sul prossimo conto economico.

Porterà invece molto meno nelle casse aquilotte l'addio di Maggiore. Il figliol prodigo, rientrato a casa dopo aver detto no al Milan e capace di 54 presenze in due stagioni in serie B. Il vitello non è un granché grasso rispetto ai presupposti, ma la scadenza del suo contratto al 2019 non pone lo Spezia nelle condizioni di potersi presentare al tavolo della trattativa con grande forza. Con tutto il rispetto per la Spal, probabilmente in molti si sarebbero aspettati un approdo un po' più in alto per il centrocampista viste le prestazioni di questi anni.
Nella migliore delle ipotesi all'orizzonte un club di fascia medio alta è già nei programmi e Ferrara solo una tappa intermedia. Maggiore proverà dunque a entrare nella rotazione di Leonardo Semplici e a inserirsi gradualmente in serie A, evitando magari di vedersi proporre un prestito in cadetteria già a gennaio. Ipotesi non così assurda, che rappresenterebbe una beffa per tutti a pochi mesi dalla rottura con la società della sua città. Un'altra pagina di una vicenda che come sempre non è né bianca né nera, ma al massimo grigia.

Cosa farà Angelozzi di questo gettito? I circa 4 milioni delle cessioni non saranno reinvestiti sul mercato interamente. Fermo restando la necessità di trovare tre pezzi per il salto di qualità, lo Spezia sta andando incontro a un grande rinnovamento soprattutto a livello di settore giovanile dopo l'insediamento di Roberto Alberti. Mentre si attende la nomina del nuovo allenatore della primavera (contattati pare Alessandro Pierini, padre del calciatore Nicholas, e Stefano De Angelis), dai 2000 in giù al momento si cerca il prossimo talento da allevare in casa, la plusvalenza che alimenti la macchina un domani. E anche questo è un processo da finanziare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News