Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Marzo - ore 12.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lupo: "Spezia da playoff, De Francesco ha talento"

L'ex direttore sportivo di Zamparini contatto in estate: "Ma la dirigenza mi disse che Angelozzi era la prima scelta. Il Palermo dell'anno scorso per me aveva qualcosa in più".

ex palermo
Lupo: "Spezia da playoff, De Francesco ha talento"

La Spezia - Pochi lo sanno, ma la partita di domenica sera tra Spezia-Palermo sarebbe potuta essere una gara con un ex speciale. Parliamo di Fabio Lupo, che l’anno scorso era il direttore sportivo proprio a Palermo. Erano i primi di giugno di quest’estate, quando lo Spezia aveva da poco salutato il duo Andrissi-Gallo e si ritrovava alla ricerca di alternative. Il primo nodo da sciogliere era quello del DS. Il sogno, si sapeva, era quello del ritorno di Guido Angelozzi, ma non sarebbe stato facile raggiungerlo. Lo Spezia iniziò a guardarsi attorno, nel caso che l’affare non dovesse andare in porto. Nacque quindi l’idea Fabio Lupo, che aveva da mesi lasciato il Palermo. Il resto è storia recente.
“Sì, con i dirigenti dello Spezia quest’estate si è parlato – ammette Lupo - ma voglio assolutamente sottolineare come siano stati estremamente corretti nei miei confronti. Il loro primo obbiettivo era Angelozzi, cosa che mi fecero sapere immediatamente. Mi chiesero eventualmente una disponibilità ad abbracciare il loro progetto, di fare cioè una squadra che potesse essere protagonista in Serie B. Io da parte mia accettai con grande entusiasmo, lo Spezia è una società come ce ne sono poche in cadetteria. Dopodiché riuscirono ad arrivare ad Angelozzi e non si concluse nulla. Ma ripeto, la dirigenza fu estremamente chiara, professionale e corretta nei miei confronti. Sono contento e onorato che abbiano pensato a me in alternativa ad un grande professionista quale è Guido Angelozzi”.

Il mestiere del Direttore Sportivo, si sa, ti obbliga a essere costantemente aggiornato sul mondo del calcio, anche quando ci si ritrova in attesa di un contratto, in modo da non farti cogliere impreparato in caso di un’eventuale chiamata. Lupo ha potuto osservar bene ovviamente anche la squadra di mister Marino nel corso di questi mesi. “Lo Spezia lo conosco bene – continua l’ex DS di Teramo e Juve Stabia - ormai è da tanti anni che si trova in B, spesso costruendo squadre di assoluto livello. Mi ha un po’ sorpreso il suo inizio altalenante, ora lo vedo ripreso e prossimo alle posizioni più consone al suo valore. Ritengo infatti che lo Spezia abbia un ottimo organico, oltre ad un grande tecnico, e penso siano assolutamente in grado di centrare l’obiettivo dei playoff. Diciamo che ai nastri di partenza vedevo quattro squadre sopra a tutte, le neoretrocesse, forti del paracadute, e il Palermo. Dopo di queste avevo pensato che se la sarebbero giocata in tante, tra cui proprio lo Spezia”.

Una rosa, quella degli aquilotti, che presenta un elemento a lungo cercato negli anni scorsi da Lupo. “De Francesco l’ho sempre osservato con particolare interesse fin dai tempi della Lazio. Si è intavolato qualcosa di tanto in tanto, ma non sono mai riuscito a portarlo con me. Ho sempre ritenuto che fosse un ragazzo di talento, l’anno scorso ha fatto un bel finale di campionato, in questo sembra essersi un po’ perso. Vedremo se riuscirà a trovar più spazio nel prosieguo della stagione”.
Una stagione che proseguirà per l’appunto domenica sera, contro la capolista Palermo, squadra che in parte ha costruito anche lui nella scorsa stagione. “Il Palermo dell’anno scorso per me aveva già qualcosa in più. Quest’anno ci sono stati inserimenti di livello, Puscas su tutti, quindi a maggior ragione penso sia la favorita al grande salto. Sarà sicuramente una bella ed equilibrata partita, il cui risultato finale è difficilmente pronosticabile. I siciliani come detto hanno un organico che forse non ha eguali nel campionato – conclude - ma lo Spezia è una squadra solida e ha il vantaggio di giocare al Picco. In Serie B per nessuna squadra è facile giocare in quello stadio, con quella tifoseria che lo Spezia ha la fortuna di avere”.

Marco Passalacqua

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News