Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Luglio - ore 14.31

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lo Spezia gioca d'anticipo, un'Academy per affiliare i club del territorio

Magra Azzurri, Filvilla, Levanto, Turano, Follo e Baia d’Alassio entrano in orbita aquilotta. Vinazzani: "Sarà scambio tecnico, per velocizzare l'eventuale inserimento al Ferdeghini di giovani talenti". L'ambizione è di espandersi anche a Nord e Sud.

Lo Spezia gioca d´anticipo, un´Academy per affiliare i club del territorio

La Spezia - Il "Ferdeghini" apre le braccia e le porte ai club dilettantistici per trovare i talenti del futuro. E' un progetto ambizioso questo Spezia Academy, a cui il club di Via Melara ha lavorato per mesi prima di dare compimento. Il telefono di tutte le società di calcio spezzine, e non solo, è squillato per sentirsi offrire un'affiliazione tecnica e di immagine con uno dei settori giovanili migliori della serie B e di tutta Italia. Quello che ha donato al calcio italiano Sadiq, Nura, Maggiore, Vignali e Ceccaroni solo negli ultimi tre anni, che ha giocatori in tutte le nazionali giovanili (manca solo l'under 21) e che adesso si prepara a portare sul palcoscenico una truppa di under 17 che vuole stupire.
In sei hanno detto sì senza neanche pensarci, parecchie altre avrebbero voluto fare altrettanto ma sono al momento legate da vincoli contrattuali che non permettono di chiudere l'accordo. Poco male, perché lo Spezia ha intenzione di aspettarle e di espandersi già dal prossimo inverno. In Liguria e in Toscana, zone classiche di influenza per gli aquilotti, ma poi anche verso il centro e il Sud Italia. "Abbiamo oltre trecento ragazzi che vengono al Ferdeghini per divertirsi, fare gruppo, imparare la tecnica dai nostri bravi insegnanti. Abbiamo pensato di sviluppare ulteriormente questo aspetto con l’affilizione delle società dilettantistiche: uno scambio tecnico e formativo. Il progetto è partito da poco ma abbiamo già sei società affiliate. Potrebbe esserci per noi una base nel futuro di giovani cresciuti in Italia”, illustra il presidente Stefano Chisoli.

Lo Spezia Academy prende lo slancio mettendo tre piedi in provincia tra riviera, Val di Magra e Val di Vara con Levanto, Magra Azzurri e Follo; uno nel Ponente ligure con il Baia d’Alassio, uno in Lunigiana con il Filvilla e infine uno nella zona apuana con il Turano. Claudio Vinazzani è l'anima di questo progetto tecnico. "E’ la prima volta che lo Spezia cerca questo tipo di sfida, che viene a seguito del successo dei camp. Il nostro è un primo approccio, meditato per stabilire subito un rapporto corretto con tutti. Ci tengo a sottolineare che abbiamo contatto tutte le società del territorio, ottenendo adesioni importanti e anche rifiuti. Altre hanno preso tempo e sono sicuro che con queste riparleremo in futuro".
Lo scambio tecnico sarà incentrato sull'eportare il metodo Ferdeghini ai club periferici. Saranno i tecnici dello Spezia a recarsi di persone nei centri sportivi delle affiliate e a loro volta le affiliate a mandare i loro al "Ferdeghini" per uniformare la metodologia e favorire l'eventuale travaso di giocatori. "Puntiamo ad accelerare l’inserimento dei ragazzi nello Spezia Calcio, perché questo è un percorso che spesso e volentieri incontra delle difficoltà nei primi anni - spiega Vinazzani, che ci tiene a ringraziare Paolo Rovani per l'aiuto - Partiamo forse in ritardo rispetto ad altre realtà, infatti in zona ci sono già parecchie società che hanno affiliazioni. Ma penso che lo Spezia abbia la forza di poter eventualmente vincere con i fatti anche la fiducia di queste. Non sarà un’affiliazione solo formale, ma sostanziale", conclude Vinazzani.
Ci sono oltretutto già contatti in Emilia-Romagna, nella zona del Lazio meridionale e nella cintura napoletana per nuovi ingressi nel circuito aquilotto, ma è soprattutto sul territorio di riferimento che sarà messo il focus inizialmente. Alla tradizionale influenza di Fiorentina e Sampdoria, si è aggiunta la politica aggressiva della Virtus Entella che si è allargata alla provincia lunense negli ultimi anni. Terreno da recuperare, forti anche del fatto che nella prima squadra, allenata da un tecnico ex Primavera, quest'anno giocheranno tanti prodotti delle giovanili e tanti altri saliranno in ritiro a Pontremoli (Corbo, Benedetti e Candela dall'under 17).

La base di partenza, le sei già entrate in ottica aquilotta, sono società che hanno anche duecento ragazzi che si allenano con loro. Il fatto di diventare un canale prioritario per poter eventualmente mandare aspiranti calciatori a vestire la maglia bianca sarà per loro un ulteriore motivo di consolidamento sul prorio territorio di riferimento. C'è di più: a nessuna è chiesto un contributo per poter far parte dello Spezia Academy. L'unico vincolo è sull'uso di materiale tecnico di Acerbis, partner del progetto. Lo Spezia Calcio di fatto investe una cifra propria, a dimostrazione di quanto si tenti di guardare più in là dell'immediato futuro.
"E' un'idea ambiziosa, fortemente voluta dalla proprietà - sottolinea l'uomo marketing Lorenzo Ferretti - Per quel che riguarda il mio settore di competenza, lo Spezia Academy ci permetterà anche di valorizzare il brand e di continuare sulla strada di riportare un po’ la spezzinità in una piazza in cui era venuta un po’ a mancare negli scorsi anni. Vogliamo fare in modo che ciò che di buono viene fatto qua, possa essere esportato anche altrove creando anche un ritorno di immagine".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure