Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Ottobre - ore 22.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lo Spezia cerca il gioco e trova un gran tiro

Applausi al primo Spezia di Marino, subito propositivo e verticale nonostante La Rosa sia ancora sperimentale. Pierini e Bartolomei segnano all’esordio, una disattenzione costa il momentaneo pareggio.

TRA UNA SETTIMANA LA SPAL
Lo Spezia cerca il gioco e trova un gran tiro

La Spezia - SPEZIA-SAMBENEDETTESE 2-1
21’st Pierini (SP), 32’st Gelonese (SM), 37’st Bartolomei (SP)

SPEZIA (4-3-3)
Lamanna; De Col, Terzi, Erlic, Augello; Bartolomei, De Francesco (45’st Bastoni), Mora (33’st Ricci); Pierini (40’st Vignali), Okereke, Gyasi. A disp. Manfredini, Barona, Crivello, Figoli, Acampora, Morachioli, Gudjohnsen.
All. Pasquale Marino

SAMBENEDETTESE (3-5-2)
Sala; Zaffagnini, Biondi, Di Pasquale; Rapisarda, Gelonese, Bove (38’st Islamay), Ilari, Cecchini (28’st Gemignani); Di Massimo, Caderini (20’st Minnozzi). A disp. Rinaldi, Valentini, Brunetti, Demofonti, Rocchi, De Paoli, Trillò, Panaioli.
All. Giuseppe Magi

Arbitro: Antonio Giua (Olbia)
Assistenti: Gianluca Sechi (Sassari) e Davide Imperiale (Genova)
Quarto ufficiale: Davide Ghersini (Genova)

Angoli: 7-0
Ammoniti: Biondi (SM)
Recupero: 1’+3’

Spettatori: 2432 di cui 66 ospiti (incasso 10.210 euro)

Pre partita
Spezia sperimentale per la prima partita ufficiale della stagione. In attesa che il mercato completi La Rosa, Pasquale Marino da spazio a Okereke e Pierini in avanti insieme all’inedito Gyasi che a questo punto della stagione negli anni precedenti era già partito per il prestito. Out Giani per squalifica, c’è Erlic accanto a Terzi in difesa davanti a Lamanna. De Col e Augello sono i terzini, De Francesco il regista con Mora e Bartolomei mezzali.
Vittoria necessaria perché lo Spezia è un laboratorio in piena funzione, Guido Angelozzi deve poter avere il tempo per agire sul mercato sia in entrata che in uscita. Oggi il passaggio del turno diventa importante per non innescare i primi mugugni. La bella prova di una settimana fa contro l’Empoli fa ben sperare.

PRIMO TEMPO
Che rischio dopo neanche due minuti quando Mora colpisce male di testa l in pratica lancia Di Massimo solo verso Lamanna che esce con grande tempismo e strappa il pallone dai piedi dell’attaccante marchigiano. Il “Picco” è di un verde chiaro, riseminato a giugno e ora sottoposto al grande caldi di questi giorni di afa.

Due verticalizzazioni e due gol, ma sempre oltre la linea
Bellissima azione in verticale quella che porta Okereke al gol che viene annullato; Terzi la genera con un rasoterra al centimetro che pesca Gyasi sulla corsa, generoso nel servire il nigeriano tutto solo in area. Ma l’ala è giudicata in fuorigioco. Il fuorigioco è dello stesso Okereke due minuti dopo, quando un lancio di Augello lo pesca in area: si gira e insacca ma arriva il fischio anche questa volta.

Ecco le prime idee di Marino in campo
E’ già una squadra molto diversa da quella di Gallo. Si tiene meno il pallone, si cerca sempre la profondità. De Francesco, il regista basso, ha facoltà di giocare di prima e infatti ci prova senza timore; davanti d’altra parte ha due corridori come Okereke e Gyasi che sul primo passo partono in vantaggio. A Mora e Bartolomei il compito di strappare sia in avanti che quando si arretra per ricomporre sempre il confronto numerico. Marino sta in piedi di fronte alla panchina, guarda con la braccia sui fianchi e poi recapita indicazioni.

Possesso Spezia, ma la Samb è tutta chiusa
Il pallone non la smette mai di girare tra i piedi degli aquilotti, da destra a sinistra con Terzi o De Francesco come tappe intermedie. Okereke si muove tanto, da prima punta vera, e suggerisce per i compagni marcato a vista. Pierini e Gyasi si sono già scambiati più di una volta. La Sambenedettese è tutta schiacciata nella propria metà campo, con una linea a cinque di difesa da cui raramente i terzini si staccano per cercare di correre lungo la fascia. Non si passa insomma. Con l’andare dei minuti il ritmo cala e lo Spezia è meno pericoloso, è una serata caldissima e molto afosa. Primo tempo chiuso sullo 0-0.

SECONDO TEMPO
Più propositiva la Samb al rientro in campo, prova a pressare alta e a non far ragionare lo Spezia. A rimettere le cose in ordine ci pensa Bartolomei con un tiro dalla distanza al quinto che impegna Sala in un tuffo non facilissimo. Da quel momento il pallone torna tra i piedi dei ragazzi di Marino che ora provano a farsi avanti più con la pazienza che con l’impeto. Pazienza che rischia di pagare all’ottavo quando da destra piove in area un pallone messo da De Col nello spazio giusto, ma Okereke si fa anticipare nel gioco aereo e il tiro di Mora viene contrastato sul nascere.

No look di De Francesco, poi Gyasi confezione per Pierini
Il varco c’è se lo cerchi. Ci vuole un passaggio senza guardare di De Francesco che smarca Gyasi solo sulla destra. L’ala punta il diretto avversario guadagnando quel mezzo metro dentro l’area che da il tempo a Pierini di inserirsi, poi arriva il passaggio rasoterra secco e preciso che il sassuolese può battere all’incrocio con il destro. E’ la rete dell’1-0.

Il vantaggio dura poco, Gelonese trova il gol
Il gol però rivitalizza gli ospiti che iniziano a portare palla e a correre in avanti come non avevano fatto per tutta la partita. Di Massimo si porta al limite dell’area ma è Ilari a trovare il passaggio decisivo, anche un po’ fortunoso visto che ci sono almeno due aquilotti che potrebbero intercettare e invece lasciano a Gelonese che batte Lamanna.

Bartolomei prova nello stesso angolo. E segna
Okereke ha subito l’occasione di riportare lo Spezia avanti quando Gyasi lo fa correre sulla sinistra in contropiede. E’ un tre contro uno, ma il nigeriano perde l’attimo per il passaggio e alla fine la difesa libera. Poco male, i bianchi hanno recuperato metri e schiacciano gli avversari. Nello spazio che si crea ai trenta metri arriva Bartolomei che come pochi minuti prima carica il destro sullo stesso palo, piegando questa volta le mani a Sala. Ora la Samb non ha più la lucidità per reagire e lo Spezia ha capito la lezione, la palla rimane saggiamente lontana dall’area anche grazie a un paio di chiusure preziose di Erlic. Al prossimo turno c’è la Spal, sarà ancora il Picco il protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News