Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 14 Dicembre - ore 11.14

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La pratica Tigullio è estinta, la Tarros va in finale

I bianconeri in tre partite chiudono il primo atto ed ora attendono di conoscere il nome dell'avversario.

moretti ne fa 17
La pratica Tigullio è estinta, la Tarros va in finale

La Spezia - Tigullio Sport Team - Spezia Basket Club Tarros 46-82
Parziali: 12-27; 18-43; 35-64

Tigullio Sport Team:
Prezioso 7, Radchenko 9, Culum 0, Ferri 4, Vexina A. 1, Ouandie 5, Zolesi 2, Zolezzi 6, Wintour 6, Vexina F. 0, Caversazio 6, Aldrighetti 0

Spezia Basket Club Tarros:
Manzini 3, Pipolo 4, Dalpadulo 4, Kibildis 3, Garibotto 16, Fazio 6, Moretti 17, Stakic 0,
Petani 0, Suliauskas 20, Steffanini 9.

Tre vittorie e in tre partite e lo Spezia Basket Club Tarros è la prima finalista dei play-off del campionato di Serie C Silver ligure, un traguardo che la squadra di Presidente Danilo Caluri raggiunge per il quarto anno consecutivo, con la speranza, ovviamente, che stavolta vada in modo diverso dai precedenti.
Innanzitutto bisogna vedere se l'avversario sarà di nuovo il Cus o sarà, invece, il Sarzana: la loro semifinale, infatti, prosegue, con i genovesi in vantaggio per 2-1.

La Tarros, invece ha chiuso subito la pratica Tigullio, vincendo le prime tre delle cinque gare in calendario e passando così il turno. Dopo gara 1 molto combattuta, soprattutto nei primi due quarti, le altre due partite sono state nettamente appannaggio dei bianconeri, in particolare proprio gara 3, l'unica esterna giocata. Questo grazie ad un programma di preparazione che sta riportando, come previsto, i bianconeri alla loro consueta brillantezza e complice anche un vantaggio psicologico gestito con maturità. Chiuso il primo quarto nettamente sotto, il Tigullio ha psicologicamente ceduto, mentre la Tarros è stata brava a mantenere testa e concentrazione e non dare la vittoria per scontata.

“Siamo per la quarta volta in quattro anni in finale – commenta il patron Danilo Caluri – questo significa che dietro ci sono un'ottima programmazione ed anche tanto lavoro. Sappiamo, però, di non avere ancora fatto nulla. Ora attendiamo di conoscere il nome del nostro avversario, poi sarà il parquet ad emettere il proprio verdetto. Sono però molto soddisfatto sia della stagione nel complesso, sia di questi play-off: anche in gara 3 abbiamo messo l'atteggiamento giusto e abbiamo giocato davvero da squadra. Questa, come ho detto ad inizo stagione, doveva essere la notra forza, ed anche oggi abbiamo dimostrato che è così”.

“Forse gara 3 è stata un po' meno complicata di quanto avevamo pronosticato – commenta coach Padovan – ma questo per merito nostro: siamo riusciti ad indirizzare subito il match verso di noi ed il Tigullio ha perso convinzione. Voglio però fare i complimenti ai nostri avversari, per tutta la serie play-off. Ora dobbiamo aspettare, lavoreremo tanto mentre attendiamo di conoscere chi sarà il nostro avversario. E' ancora tutto da conquistare”.

Sicuramente la stagione terminata al primo posto e i quarti e le semifinali chiusi nel minor numero possibile di sfide sono un segnale importante lanciato dai bianconeri, così come la quarta finale in quattro anni. Ma altrettanto sicuramente non è ancora conquistato nulla, qindi, come dicono Presidente e coach, umiltà e lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News