Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Febbraio - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La malattia è la pareggite, ma lo Spezia galleggia

Quattro punti nelle ultime cinque partite, i bianchi aggrappati un passo sopra la zona retrocessione diretta mentre la classifica inizia a sgranarsi. La trasferta è ancora tabù, allora in casa bisogna vincere sempre.

La malattia è la pareggite, ma lo Spezia galleggia

La Spezia - Anche da Brescia lo Spezia torna rimandando la svolta. Un buon primo tempo come ne abbiamo visti tanti per la squadra di Fabio Gallo, ma anche una miriade di cross finiti nei punti più disparati del campo tranne in mezzo all'area. Lì dove due come Granoche e Gilardino sarebbero in grado di scovare il diamante nascosto nel pane in qualsiasi momento. Lo ha dimostrato dall'altra parte Caracciolo - che forse è "l'attaccante più forte della serie B" come dice Gallo, ma Granoche e Gilardino non paiono da meno - a cui un cross preciso è arrivato davvero ed è bastato a farne un capolavoro. La poca qualità sugli esterni appare oggi il vero limite dei bianchi, anche per offrire un'alternativa al gioco al centro incardinato sulle idee di Mastinu e Ammari.
Ci ha pensato proprio il francese a segnare ieri pomeriggio, dimostrando che l'attacco non è più un malato cronico. Nel reparto dove segnava uno solo (Marilungo), oggi hanno marcato in sei: Mastinu, Granoche, Forte, Gilardino e appunto il marsigliese. I numeri rimangono relativi perché 14 gol sono pochi e solo il Carpi fa peggio, ma l'equilibrio con la tenuta difensiva oggi tiene in linea di galleggiamento. E così lo Spezia galleggia anche in classifica, un punto sopra i play-out, anche a causa dei quattro pareggi consecutivi dell'ultimo mese che fanno 4 punti su 15 conquistati.

Ma il tempo di allungare il passo è arrivato. Nelle ultime giornate la graduatoria ha iniziato a sgranarsi. Ieri dal dodicesimo posto in giù non ha vinto nessuna ed è un segno che i valori stanno piano piano uscendo fuori. Tra gli spareggi per la serie A quelli per evitare la serie C iniziano a esserci 5 punti (la Cremonese deve ancora giocare mentre scriviamo) e in mezzo, tra il nono posto del Pescara e il 17esimo dello Spezia, solo tre.
E così sabato prossimo si incontrano proprio la prima e l'ultima delle squadre in questo momento salve, un campionato nel campionato. Ci sono 18 punti da giocare da qui alla fine dell'anno, chiudere oltre quota 25 è l'obiettivo minimo per gli aquilotti. Anche per dare un senso diverso al mercato di gennaio, che non sia più di riparazione ma di perfezionamento. Finché non si infrangerà il tabù delle vittorie in trasferta, macinare punti in casa rimane un obbligo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News