Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Maggio - ore 11.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La difesa soffre e sotto porta solo rimpianti, Paleari man of the match

Gyasi si divora tre gol da un passo dopo che Okereke si era divorato la difesa avversaria. Terzi e Capradossi in apnea.

I voti
La difesa soffre e sotto porta solo rimpianti, Paleari man of the match

La Spezia - Lamanna 6 - Tagliato fuori in occasione dei due gol, nel secondo aveva inizialmente parato all’angolo sinistro. Poteva uscire con più prontezza su Diaw che poi sbaglia il tocco sotto.

Vignali 6 - Partita concreta per non lasciare scappare Benedetti, poi gli avanti di Venturato si muovono tanto anche dal suo lato. Chissà se quella bordata non fosse stata deviata dove poteva arrivare.

Terzi 5,5 - Finotto gli prende il tempo e allunga una gamba per l’assist vincente. Non è una partita facile per il capitano nel tentativo di contenere la famelicità dell’attacco granata.

Capradossi 5,5 - Innesca inavvertitamente Moncini che però grazia lo Spezia, poi si perde anche Diaw il quale replica il gentile cadeau. Soffre la velocità e il tempismo degli avanti del Cittadella con la palla a terra per tutta la partita.

Augello 6,5 - Anticipato nell’occasione del gol, ma imprendibile quando è lui quello che scatta in avanti. Con Okereke lì si viaggia sull’alta velocità.

Maggiore 7 - Grande personalità, si conferma uno che non sbaglia mai l’approccio alle partite che contano. Solo uno strepitoso Paleari gli toglie il gol una prima volta, prima che il suo intuito lo porti nell’area piccola quando conta esserci (dal 27’st Da Cruz 6 - La sua dinamicità porta una velleitaria sensazione di freschezza che non si traduce però in pericolosità)

Ricci 6 - Esco o non esco su Iori? Deve guardare un trequartista e gli si para davanti un regista. Il compito è complesso, soprattutto quando entra Da Cruz e in mezzo la presenza è più rarefatta (dal 40’st Bartolomei sv)

Mora 6,5 - Salva un gol sulla linea di porta nel primo tempo, proprio nel periodo di maggiore difficoltà della squadra. Sul suo lato lo Spezia fa vedere le cose migliori, lui mette ordine nella staffetta tra Augello e Okereke.

Okereke 7 - Il modo in cui divora la difesa da sinistra con la sua progressione la prima finestra di serie A di questi playoff. Il gol del pareggio è frutto di una sua intuizione, forse addirittura troppo generoso in alcune occasioni in cui avrebbe potuto andare da solo a cercare la gloria.

Galabinov 6,5 - A freddo sbaglia i primi palloni e lo stadio lo becca subito, poi però sono solo applausi quando entra in partita e riesce tenere qualche pallone prezioso in avanti. Scheggia l’incrocio con un tiro devastante, poi un grande Paleari gli prende una rovesciata da due passi.

Gyasi 5 - Ha tre occasioni grandi così nel primo tempo, ma sotto porta davvero oggi evapora. Però è sempre al posto giusto, anche quando c’è da mettere pressione alla difesa come nel gol di Maggiore (dal 23’st Bidaoui 5,5 - Entra quando gli aquilotti hanno già calato il livello del proprio gioco e non riesce a incidere)


All. Pasquale Marino 6 - Al quarto d’ora Ricci stoppa un pallone nella propria area attorniato da tre avversari. Da lì lo Spezia costruisce un possesso di trenta secondi sulla propria trequarti evitando il pressing del Cittadella con grande pazienza. Sono buoni segnali, ma gli avversari sono entrati in campo con maggiore decisione e presto la bilancia pende dalla loro parte, giostrati con classe da un Iori sempre libero di giocare il pallone anche sulla trequarti. Eppure in questo contesto ci sono tre occasioni giganti per i bianchi che non vengono concretizzate da Gyasi.
Il pareggio arriva al culmine di una reazione che fa ben sperare, ma lo Spezia di questo periodo va a corrente alternata e anche questa sera si conferma un periodo di forma discreta ma non eccezionale. Trovato il gol si perdono altri metri importanti e si torna sotto. Gli ingressi di Bidaoui e Da Cruz a quattro minuti di distanza mandano inizialmente la squadra in confusione, troppo sguarnita a centrocampo e ormai appesa solo alle invenzioni di uno dei fantasisti. Eppure le occasioni tornano a fioccare, ma c’è un grande Paleari se non la traversa a dire no. Nei dettagli sfugge questa partita, lasciando la sensazione di una squadra che avrebbe potuto fare molto di più.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News