Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 09 Agosto - ore 10.02

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La Virtus si riprende il palazzetto. Allenamento davanti alla Polizia

Patron Brunetto precisa: "Noi non molliamo anche se è tutto molto difficile. Verso i custodi dell'impianto non ho mai usato espressioni come 'scarti della politica'".

La Virtus si riprende il palazzetto. Allenamento davanti alla Polizia

La Spezia - La Virtus Carispezia Termo riprende gli allenamenti al Palazzetto dello Sport, nonostante lo sfratto dalla struttura di Via Federici da parte degli organi della società che gestisce l'impianto. Il sodalizio di Lorenzo Brunetto è infatti in ritardo con il pagamento del canone di locazione del Palamariotti e i gestori della struttura hanno tentato di impedire alla squadra di proseguire gli allenamenti sul proprio parquet. La Virtus è stata così costretta ad allenarsi provvisoriamente in una palestra di Marola, dove per altro si è fatta male Lauma Reke, che probabilmente salterà l'ultima di campionato. Purtroppo quando nascono problemi di questo genere, è inevitabile che dietro l'angolo vi sia l'inconveniente. La squadra si è allenata in una situazione di emergenza. Il campo di Marola è completamente differente e scivolare era facile. Il trasloco è però durato solo un giorno, perché in realtà già da ieri la società bianco blu ha deciso di tornare al Palazzetto, nonostante le intimidazioni dei gestori.

"Noi non molliamo - dice il Presidente Lorenzo Brunetto - oggi siamo tornati al Palazzetto e l'allenamento si è svolto regolarmente. Era impensabile potessero allontanarci e anche per questo motivo ci tengo a ringraziare l'avvocato Dallara, che, analizzando il contratto, ci ha suggerito come muoverci. Noi non vogliamo essere prepotenti o approfittare della situazione - prosegue Brunetto - ma abbiamo un problema di fondo: quello di non riuscire a trovare le risorse. Senz'altro pagheremo, in ritardo ma pagheremo". Purtroppo le difficoltà ci sono. La società incassa a fatica e paga a fatica. Alcuni sponsor ci devono ancora pagare e da ciò deriva il ritardo nel pagamento dell'affitto. "Ieri, nonostante lo sfratto, ci siamo allenati ugualmente - va avanti -. Durante l'allenamento ha presenziato anche la questura e tutto è proseguito nel migliore dei modi. La cosa veramente triste e che non posso fare a meno di far notare è che di fronte a un atteggiamento di questo tipo della Stl, che ancora una volta ci mette in seria difficoltà, l'amministrazione sia rimasta a fare da spettatrice. In compenso ho ricevuto una telefonata di solidarietà da parte dell'assessore regionale Matteo Rossi, il quale mi ha confermato che verrà al più presto alla Spezia per vedere se esiste la possibilità di trovare delle soluzioni. Questa telefonata da Genova - continua - mi ha fatto davvero molto piacere e dimostra che tranne le amministrazioni locali, tutti gli altri si stanno interessando a noi".

Ieri sembrano anche essersi risolte alcune incomprensioni con i custodi. "Credo che i custodi abbiano capito la situazione - dice il presidente - penso si siano resi conto del problema e non saranno più disponibili per impedirci l'accesso, non vogliono più fare questo tipo di azioni". Se qualcuno volesse vietare alla Virtus di allenarsi, questo compito spetta agli organi direttivi della Stl, non al custode. "Ci tengo inoltre a chiarire una cosa - si avvia a concludere Brunetto - io non ho mai usato espressioni come 'scarti della politica' nei confronti dei dirigenti della Stl. Ho solo detto che l'amministrazione fa fatica a gestire le retrovie della politica, ma non mi sarebbe nemmeno mai venuto in mente di utilizzare aggettivi offensivi nei loro confronti. Il fatto che io non sia d'accordo sul loro modo di gestire alcune vicende, non mi autorizza a infierire nei loro confronti utilizzando parole pesanti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News