Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Gennaio - ore 09.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Tarros non stecca la prova nel nove. I giocatori chiedono la liberazione di Andrea Calevo

La Tarros non stecca la prova nel nove. I giocatori chiedono la liberazione di Andrea Calevo

La Spezia - SPEZIA BASKET CLUB – EL CHARRO BIELLA: 74-64 (17-21; 37-37; 47-53))

SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Giachi 9, Pipolo 14, Manservisi 21, Steffanini 3, Dal Padulo 5, Santoni 12, Fazio 4, Caluri 0, Nebbia Colomba 6, Colombo, Coach: Marco Mori
EL CHARRO BIELLA: Scaramal 3, De Vico 20, Savio 5, Visconti 0, Amoruso 9, Dotti 0, Gonzato 0, Monfermoso 3, Singjeli 0, Uglietti 24. Coach Danna

Arbitri: Giuseppe Schiano Lomoriello di Pontedera (PI) e Filippo Biancalana di San Giuliano terme (PI)

“Stasera, più che mai, era importante fare il risultato e ci siamo riusciti” commenta soddisfatto a fine gara il coach bianconero Marco Mori che, all’esordio davanti al pubblico del PalaSprint, centra la vittoria nello scontro diretto contro il Biella. Una partita che, come da previsioni, è stata tutt’altro che facile, sia sotto il profilo dell’approccio mentale che sul fronte tecnico, come conferma l’allenatore bianconero:“Sapevamo che sarebbe stato un match difficile. Il Biella gioca una pallacanestro simile alla nostra, intensa e veloce, e non era facile contrastarlo. Sono contento non solo per il risultato ma anche per l’atteggiamento che i ragazzi hanno dimostrato durante le fasi più delicate della partita. Certo, ci sono state delle ingenuità e dobbiamo ancora migliorare molto, ma penso che abbiamo imboccato la via giusta”.
Dello stesso parere il Presidente Danilo Caluri che conferma: “Paradossalmente potremmo fare meno fatica con squadre meglio posizionate in classifica, ma che giocano un basket più statico e lineare, come il Domodossola, ad esempio. Il Biella è, sotto molti punti di vista, simile a noi e, anche per questo, stasera non era facile vincere, ma era importantissimo e ci siamo riusciti: ora tra noi e loro ci sono quattro punti. La strada è ancora lunga e non possiamo certo abbassare la guardia, nulla è conquistato, ma possiamo cominciare a guardare non solo dietro di noi, ma anche davanti. Penso che questa squadra abbia ancora ampi margini di crescita e possa dimostralo. Da qui può iniziare un altro campionato”.
Se sarà così lo si scoprirà solo tra qualche partita, intanto però, i bianconeri possono godersi una vittoria sofferta, ma fondamentale, arrivata al termine di un match molto combattuto e sempre in bilico.
Sono gli ospiti a partire meglio: l’avvio è interamente di marca biancoblù, con i padroni di casa che impiegano 2’40” per mettere a segno il primo canestro. A 5’ dal via gli spezzini sono dietro di 9 lunghezze poi, con un buon finale di tempino, riescono a chiudere la prima frazione sul -4. Svantaggio esiguo e subito annullato in avvio del secondo quarto quando comincia davvero il botta e risposta tra le due formazioni che non riescono più a staccarsi e vanno alla pausa lunga in parità, 37-37. L’equilibrio si mantiene sino al 28’ quando gli ospiti tornano ad impadronirsi del match per altri 2’, come in avvio, portandosi sul +8, che diventa +6 alla fine del tempino grazie ad un canestro bianconero proprio sulla sirena. Anche in questa caso svantaggio annullato subito, appena si torna sul parquet per l’ultima frazione: a 8’16” dal termine è di nuovo parità: 55-55. Stavolta, però, a prendere in mano le redini del gioco sono i bianconeri che concedono davvero poco agli avversari e, pur sbagliando in diverse occasioni il canestro che avrebbe permesso a tutti i tifosi di tirare un po’ il fiato, si mantengono costantemente in vantaggio. Sono sempre avanti, pur senza dilagare: a 2’20” dalla sirena il vantaggio è di 4 punti. Di qui in poi, però, la retina sarà off limits per gli ospiti che non segnano più se non sulla sirena, senza comunque riuscire a ridurre lo svantaggio a una sola cifra. Tarros – Biella si chiude sul 74-64.
Per gli spezzini arriva la prima vittoria tra le mura amiche del Palasprint, arrivano i due punti dopo un digiuno durato sette giornate ed arrivano nello scontro diretto, nella partita che era assolutamente vietato sbagliare.
Con questa vittoria, la Tarros lascia il Biella ancora fermo al palo ed incrementa il vantaggio dai piemontesi, portandolo a 4 punti. Ora la pausa per le festività natalizie, poi si ricomincerà, sabato 5 gennaio, da Torino. Quella di stasera sarà stata davvero la partita della svolta? La sentenza tra qualche giornata di campionato. Ad emettere il verdetto potrò essere solo il parquet.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News