Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Dicembre - ore 16.08

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La Tarros doma Trecate e riacchiappa la testa

Gli spezzini battono i ticinesi e lo raggiungono in testa alla classifica del girone. Coro unanime di Presidente e coach bianconeri: “Pienamente soddisfatti: questa è la nostra squadra”.

La Tarros doma Trecate e riacchiappa la testa

La Spezia - SPEZIA BASKET CLUB TARROS – BASKETCLUB TRECATE: 70-61
Parziali: 15-11; 31-30; 55-46

SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Dalpadulo 8, Santoni 24, Ferrari 9, Fazio 9, Seravalli 19, Giachi 1, Pipolo 0, Bucci n.e., Nesti 0, Manzini n.e. Coach Marco Mori
BASKET CLUB TRECATE: Peroni 7, Larizzate 9, Scrocco 9, Gerli 11, Colombo 4, Scaglia 0, Garavaglia n.e., Fortini 5, Cantone 10, Gambaro 6. Coach Angelo Cerina

“Ho rivisto la mia squadra: una squadra che lotta, difende e ridimensiona l'avversario”: è davvero molto soddisfatto il Presidente dello Spezia Basket Club Danilo Caluri al termine del match vinto dai bianconeri contro il Basket Club Trecate - “Sono molto orgoglioso di questo gruppo; stasera ho visto davvero una buona squadra e so che abbiamo ancora ulteriori margini di crescita, quindi non posso che guardare avanti con ottimismo: la strada è lunga e difficile, ma stasera abbiamo dimostrato di esserci. Abbiamo fatto una grande partita, da domani si pensa già al prossimo turno, ma almeno per una notte godiamoci questa grande prestazione e questa importante vittoria”. Poi un riferimento, doveroso, allo sfondo che ha fatto da cornice al match: “Sono veramente molto contento anche perchè stasera il PalaSprint era quello delle grandi occasioni: c'erano tantissimi tifosi e ci hanno sostenuto dall'inizio alla fine, facendoci sentire tutto il loro calore. Per noi questo è un ottimo segnale, significa che stiamo facendo riavvicinare la gente a questo sport. Impegno e risultati attraggono il pubblico che, a sua volta, ci spinge a fare ancora meglio: è un circolo virtuoso che vogliamo alimentare. Ho visto anche tantissimi bambini e ragazzi e per noi questo è motivo di grande orgoglio. Siamo molto felici della prestazione anche perchè sappiamo di aver regalo al pubblico un bel match e tante emozioni”.
Pienamente soddisfatto anche il coach bianconero Marco Mori: “Questa è la squadra in cui mi riconosco, una squadra che non si arrende mai e che mette sul parquet grinta, determinazione ed intensità di gioco. Abbiamo vinto prima di tutto con il cuore. Nessuno si è tirato mai indietro, ognuno ha giocato mettendosi a disposizione della squadra: questo è il gruppo che voglio. Non posso che fare i complimenti a tutti i ragazzi”.
Come cambia, ora, il cammino della Tarros? “Sarebbe cambiato se avessimo perso” - commenta il tecnico - “Questi due punti sono importantissimi, ma devo dire che ancora più importante, per me, è aver visto la squadra che voglio, quella che nelle ultime giornate non aveva i contorni ben definiti. Stasera sono davvero soddisfatto, ma come prima non c'era allarmismo, ora dobbiamo stare con i piedi per terra: il campionato è lungo ed ogni partita ha le proprie insidie. Ora ci aspettano due trasferte consecutive. Noi dobbiamo essere quelli che siamo stati stasera: allora, sono sicuro, daremo filo da torcere a tutti”.

Coro unanime, insomma, quello di Presidente e coach, al quale si aggiunge anche quello dei tanti tifosi sugli spalti, che hanno visto una grande Tarros: determinata, concentrata, attenta ed a tratti anche cinica. L'inizio del match è piuttosto stentato: per 2 minuti il risultato rimane sullo 0-0, poi Scrocco, dalla lunga distanza, trova la bomba che sblocca il tabellone. La replica dei bianconeri è immediata, ma sono gli ospiti a trovare la via del vantaggio che resiste sino all'8' quando i padroni di casa pareggiano e sorpassano. E' la Tarros, pertanto, a chiudere la frazione avanti, 15-11.
I bianconeri difendono il proprio vantaggio anche nel secondo tempino quando è un continuo botta e risposta tra le due squadre. Gli ospiti si fanno prepotentemente sotto quando manca poco più di un giro di lancetta alla pausa lunga: in 40 secondi recuperano quasi tutto il gap e così al rientro negli spogliatoi il divario tra le due formazioni è di un solo punto: 31-30 per i padroni di casa. Al ritorno sul parquet il Trecate si porta nuovamente avanti, ma è solo davvero questione di secondi, poi la Tarros piazza il break che fa da spartiacque alla partita: 9 punti che le permettono di allungare di nuovo e che saranno numericamente anche il distacco registrato al termine del tempino. Ci sono ancora 10' da giocare e i bianconeri cercano subito di incrementare ulteriormente il divario. Un bel recupero palla a metà campo e successivo canestro sanciscono il +15: è massimo vantaggio, quando mancano poco più di 8 minuti alla sirena. I piemontesi tentano in tutti i modi di recuperare, ma la Tarros è attenta e concentrata, sa che basta un minimo calo per dare modo agli avversari di rientrare e rimettere in gioco tutto. Ma i bianconeri non cadono nella trappola: si chiude sul 70-61. Dopo lo stop di sette giorni fa gli spezzini riprendono la corsa e si riprendono la vetta: con i due punti conquistati questa sera, infatti, raggiungono proprio il Trecate in testa alla classifica. Prossimo appuntamento sabato in trasferta a Genova, contro il Cus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Dove acquisterai prevalentemente i tuoi regali di Natale?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News