Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Ottobre - ore 09.41

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L'amico Boggio: "Pillon era uno serio e generoso"

Lo spezzino e il tecnico del Pescara giocarono nello Spezia degli anni Ottanta. "Siamo ancora amici, ci si vede ogni tanto. Era uno spogliatoio di uomini, con valori. Lo Spezia di Marino mi piace, se i giovani crescono con Di Natale...".

compagni per tre anni
L'amico Boggio: "Pillon era uno serio e generoso"

La Spezia - Il difensore e il regista. Amici oggi come allora, perché in quello spogliatoio della seconda metà degli anni Ottanta si è gettato un cemento che ancora tiene. A maggio erano tutti a festeggiare la promozione dell'Empoli di Marchisio a cena, c'era Bepi Pillon e c'era anche Alberto Boggio. Compagni di squadra per tre anni allo Spezia, che il metronomo di Carpanesi affronterà venerdì prossimo da capolista con il Pescara. "Arrivò dall'Asti insieme a Brilli: un ragazzo straordinario, un professionista serio che dispensava consigli a tutti - lo ricorda lo spezzino - Sempre il primo ad applicarsi negli allenamenti e a portare in campo le direttive dell'allenatore".

Uno dei tanti mister in campo di quell'epoca, che ha in Spalletti quello di maggior successo ovviamente. "Pillon ha iniziato nell'era post Sacchi, si è ispirato credo al primo Guidolin che era delle sue zone. L'imprinting è stato quello, poi sicuramente avrà attinto dagli allenatori che ha avuto, magari anche da Carpanesi. Il nostro era un calcio diverso, nel senso che i giocatori in campo riuscivano a determinare le partite. Ora l'impronta di gioco data dai tecnici è più profonda, sia a livello tecnico che tattico. In quegli anni l'esperienza degli atleti era determinante. E noi eravamo uno spogliatoio di uomini, con un bagaglio di conoscenza e valori da trasmettere".

E' un figlio di quella stagione, ma a latitudini diverse, anche Pasquale Marino. "Ho visto il suo Spezia e devo dire che mi piace, interpreta la filosofia del tecnico. Un buon gruppo, che se riesce a capitalizzare l'entusiasmo e l'apporto della piazza è destinato a fare grandi cose.
Il campionato è competitivo, ci sono squadre costruite per vincere chiaramente. Lo Spezia può stare a ridosso delle prime della classe o comunque stare dentro i play-off. Puntare ai primi due posti al primo anno di un nuovo progetto non è mai facile, senza voler mettere limiti alla provvidenza".

Nel triennio in cui Pillon giocò allo Spezia, che sono anche gli ultimi tre anni di Boggio in aquilotto, l'occasione di andare in serie B si stava quasi per presentare. "Nella serie C1 1987/88 eravamo campioni d'inverno e avevamo una squadra che reputo forte. Purtroppo non riuscimmo a segnare molto, perché sennò forse quell'anno avremmo detto la nostra fino in fondo anche in ottica serie B. Arrivammo quinti, io poi passai al Taranto in cadetteria. Avendola giocata, dico che lo Spezia di Tacchi, quello della fatal Lucca, poteva davvero dire la sua anche nella categoria superiore. Gli attaccanti fanno la differenza, anche se non può mai mancare equilibrio. Oggi c'è la bocca da fuoco Galabinov, ma anche tanti ragazzi interessanti. Se crescono seguendo Di Natale, chissà cosa possono fare...".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News