Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Juande è agli sgoccioli, Bisoli chiama Marilungo

Lo spagnolo, come Palladino, ha il contratto in scadenza a giugno. Può salutare dopo quattro anni da aquilotto. Forte, Di Gennaro, Pessina e Masi a fine prestito. Granoche tentato dall'Uruguay, il Nacional lo aveva cercato a gennaio.

SGUARDO AL FUTURO
Juande è agli sgoccioli, Bisoli chiama Marilungo

La Spezia - Pierpaolo Bisoli vorrebbe poter allenare di nuovo Guido Marilungo. La notizia arriva da Padova, la prima promossa dalla serie C di questa stagione, dove si inizia già a pensare ad allestire una squadra per la cadetteria. Con l'atalantino in rosa, il tecnico dell'Appennino ha già conquistato la massima serie quando guidava il Cesena nel 2014. Il contributo dell'attuale numero 39 aquilotto fu fondamentale grazie ai gol durante i play-off, e cinque anni dopo il sodalizio potrebbe ricrearsi nella città del santo.
Che il corteggiamento vada in porto o meno, l'attacco dello Spezia 2018/19 dovrà per forza di cose cambiare volto abbastanza radicalmente. Se Marilungo tornerà all'Atalanta per fine prestito, stesso percorso rischia di fare Francesco Forte con l'Inter. La stagione del romano, 25 anni appena compiuti, ha lasciato una buona impressione nel club bianco a cui non dispiacerebbe riuscire a confermare un elemento in costante crescita. Il discorso andrà affrontato a bocce ferme con il club nerazzurro e difficilmente riguarderà Raffaele Di Gennaro, che ha perso la maglia da titolare da un paio di mesi da favore di Manfredini.

Prestiti in scadenza anche quelli di Alberto Masi, di proprietà del Bari, e di Matteo Pessina, anch'egli dell'Atalanta. Il centrocampista classe 1997 è stato uno dei protagonisti della stagione, pur vivendo un momento di calo nella seconda parte del girone di ritorno. Già nell'estate 2017 Gian Piero Gasperini aveva meditato di tenerlo con sé per farlo debuttare in serie A: ipotesi a maggior ragione realistica con un anno di più sulle spalle. Inutile dire che lo Spezia non vedrebbe l'ora di riaverlo con sé.
Di rinnovo invece non si è parlato con Juande. Lo spagnolo, al quarto anno da giocatore aquilotto (ma un anno è stato in prestito al Murcia), potrebbe lasciare l'Italia a fine stagione. Sembra quantomeno improbabile anche l'estensione del contratto di Raffaele Palladino, arrivato a gennaio con un accordo per sei mesi e purtroppo poco utilizzato a causa dei problemi fisici. Da capire anche il destino di Pablo Granoche, che ha un contratto fino al 2019 ma che a gennaio era stato richiesto dal Nacional di Montevideo in Uruguay. Materia per il futuro direttore sportivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News