Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Dicembre - ore 21.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Iunco e quel maledetto fallo: "Nemmeno sanzionato. Non smettiamo di lottare"

Gli esami evidenziano una lesione da impatto al terzo distale della tibia sinistra. Il capitano: "Il messaggio nell'intervallo mi aveva reso felice. Poi ho saputo dei rigori".

Iunco e quel maledetto fallo: "Nemmeno sanzionato. Non smettiamo di lottare"

La Spezia - Il piede in alto, il morale a terra. Una città sportiva intontita dal ko nel derby e il suo capitano fuori-causa. Il giorno dopo la debacle di Carrara, il più triste di tutti è Antimo Iunco, uscito dopo 13 minuti per un fallo da dietro di Taddei, nemmeno sanzionato con il calcio di punizione.
Dolore vivido, nessuna frattura ma gli esami odierni hanno evidenziato una 'lesione da impatto al terzo distale di tibia sinistra con edema della spongiosa ossea'. Più ancora della sconfitta, il forfait del capitano è la notizia più brutta del giorno: "In me - spiega ai taccuini di CDS - c'è una grande delusione per quanto è accaduto. Un fallo netto, da dietro, con palla già lontana: nemmeno ha fischiato, l'ammonizione era il minimo. Ma purtroppo questa è la categoria e non possiamo recriminare più di tanto".
Lo Spezia non ha voluto polemizzare su una mancata decisione che comunque ha cambiato le sorti della partita ma l'intervento del centrocampista di casa è di quelli visti e rivisti nelle varie moviole televisive, se fossimo nel calcio delle starlette di serie A. E invece passa inosservato nel contesto di una gara che lo Spezia ha comunque perso meritatamente. Rimane una domanda: come può l'arbitro non aver visto nulla? "Può capitare ma esistono i collaboratori proprio per questo. Dipende dalla dinamica - continua il fantasista brindisino - con cui avvengono certi scontri ma, ripeto, il giocatore era in ritardo evidente".
Due infortuni gravi in carriera: la rottura dell'ulna del braccio quando giocava a Cittadella e lo scorso anno un'ernia discale che l'ha tenuto fuori squadra quando militava nel Torino. Ieri un'altra brutta botta per un talento che aveva aiutato i suoi compagni a riemergere dal periodo nero dell'era Gustinetti.
Esce dunque di scena, almeno temporaneamente, il giocatore più in forma dello Spezia, quello che sembrava in grado anche nella gara di Carrara di poter fare la differenza, visto che per vie centrali lo Spezia era in grado di colpire: "Stavo bene, adesso dovrò stare fermo tanti giorni e non è mai facile rientrare dopo un periodo di stop. Dispiace perchè venivamo da una settimana importante".
Eppure i compagni l'avevano sbloccata la partita con quel gol di Bianco in mischia, che spezzava il risultato e lanciava lo Spezia, più esperto della Carrarese, almeno sulla carta, nel gestire la sfera: "Premetto che ne so poco perché sono stato a lungo in ospedale per i primi esami. Alla fine del primo tempo dallo spogliatoio mi hanno mandato un messaggio: 1-0, gol di Bianco, ero felice. Poi i due rigori e la sconfitta".
Lontano dal campo, ma da capitano che cosa si sente di dire alla squadra, colpita nel morale, soprattutto nel tentativo di evitare pericolosi contraccolpi psicologici post-ko? "Che sarò sempre presente, che dobbiamo continuare come avevamo fatto negli ultimi quindici giorni. Il campionato è lungo e siamo forti. Lottiamo sempre su ogni pallone, sono triste perché non volevo mancare a queste partite. Ma credo nella squadra".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News