Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Novembre - ore 08.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Italiano: “Dobbiamo esigere molto da noi stessi”

Conferenza stampa con il tecnico delle Aquile a 48 ore dalla sfida esterna con il Pisa.

"Più efficacia sotto porta"
Italiano: “Dobbiamo esigere molto da noi stessi”

La Spezia - Operazione sorpasso, lo Spezia ci crede. Reduce da quattro risultati utili consecutivi, va a sfidare il Pisa sul proprio terreno. Aquilotti in fase crescente e toscani in fase calante, di fronte due dei tecnici rivelazione della scorsa stagione in Lega Pro. La gioventù dei bianchi contro la solidità dei padroni di casa. Una partita sentita sugli spalti da sempre. Ci sono tutti gli ingredienti per accendere i fari della serie B sull’Arena Garibaldi sabato pomeriggio. “La crescita è costante, ora ce la vediamo contro una squadra che in casa va fortissimo. Nell’ultima uscita contro la Salernitana mi ha impressionato soprattutto ad inizio gara”.

Come stanno gli acciaccati dopo le partite ravvicinate?
“Mora è out, Vignali recuperato. Ramos ha un problemino all’adduttore, vediamo se riusciamo a recuperarlo ma le tre partite in sei giorni hanno conseguenze di questo tipo. Chi viene chiamato in causa risponde bene perché oggi sono tutti coinvolti e stimolati. Sono molto fiducioso”.

Cosa temi in particolare di questa partita che verrà?
“Sono gare in cui una neopromossa ti affronta con uno spirito diverso. E’ una partita sentita, loro partono sempre forti in casa e poi indirizzano le partite. E’ un gruppo che si conosce bene che lavora insieme da anni. Squadra pericolosissima sotto ogni punto di vista, oltretutto possono fare diversi sistemi di gioco. Dobbiamo prepararla bene, affrontandoli come abbiamo fatto nelle ultime gara. Fuori casa ci stiamo comportando bene”.

Si aspetta il 3-5-2 o il 4-3-1-2 da loro?
“Non lo so. So che sono in grado di esprimersi con più sistemi di gioco. Marconi è il loro punto di riferimento avanzato, poi ci sono Fabbro, Masucci... una difesa solida. La posta in palio è importante e noi vogliamo battere il ferro finché è caldo. Ora servono punti perché ce lo richiede la classifica e ce lo richiede la piazza”.

Ci saranno tanti tifosi spezzini al vostro fianco
“E’ stato bellissimo l’applauso a fine gara contro il Chievo, ho visto uno stadio entusiasta di una squadra che da sempre l’anima. I tifosi con noi dovranno stimolarci ad essere concentrati dall’inizio perché così si onora una gara di questo tipo”.

Ragusa, Federico Ricci, Bidaoui... come vede le ali?
“Si stanno comportando tutti bene. Ho preferito Antonio a Federico contro il Chievo perché con le partite ravvicinate bisogna avere forze fresche. I due cambi obbligati non mi hanno permesso di fare altre scelte in corsa. Federico a partita in corsa può darti qualcosa in più ma siamo stati sfortunati. Mi auguro che questa crescita sia abbinata all’efficacia in fase realizzativa. Dobbiamo iniziare a fare qualche gol in più, esigere molto da noi stessi sotto porta. Non possiamo solo affidarci alla prima punta. Mi auguro di arrivare concludere con più frequenza anche con gli esterni d’attacco”.

Dal punto di vista emotivo il gruppo è pronto a match così tesi?
“Quattro risultati consecutivi ti danno una spunta maggiore. Io sono stato via a Coverciano ma da quando sono tornato ho visto grande intensità e grande qualità. Non stiamo caricando questa partita in maniera eccessiva, andiamo per proporre ciò che facciamo durante la settimana. Dritti per la nostra strada”.

Gyasi ha sfiorato il primo gol contro il Chievo, sembra molto motivato
“I subentrati mi stanno piacendo tutti nelle ultime partite: lui, Maggiore e Salva. Manu spalle alla porta lavora molto bene, ora deve mettere qualcosa in più sotto porta. Riesce a crearsi situazioni in cui si trova con il portiere di fronte. Quando arriverà il primo gol so che troverà grande serenità. Ma lui non tradisce mai, uno così lo vorrebbero tutti gli allenatori”.

A.Bo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News