Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Maggio - ore 21.19

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ipotesi niente scudetto e serie B in campo fino a giugno inoltrato

Stop al calcio almeno fino al 3 aprile. Ad oggi la cadetteria non subirebbe grandi scossoni.

il calcio si adegua
Ipotesi niente scudetto e serie B in campo fino a giugno inoltrato

La Spezia - Partite sospese fino al 3 aprile compreso. Il presidente federale Gabriele Gravina riunito in conference call con le leghe professionistiche e i maggiori stakeholder del mondo del calcio compie un passo che era scontato da ieri sera, quando il governo ha dichiarato zona arancione l'intero territorio nazionale. Il calcio slitta in avanti non solo i calendari ma anche tutte le scadenze burocratiche, occupando già da oggi parte delle settimane estive inizialmente programmate come ferie o come dedicate alla più importante competizione della stagione, ovvero l'Europeo che sarebbe dovuto partire dall'Olimpico di Roma. Per la Lega B in conferenza il presidente Mauro Balata.
Se la serie cadetta perderà solo due turni rientrando in campo per la trentunesima giornata, per lo Spezia questo significherebbe giocare il campionato fino a maggio inoltrato ed eventualmente e poi attendere, da spettatore o da partecipante, un play off che finirebbe a metà giugno. In pratica il 2020 si riallineerebbe ai programmi con il ritiro estivo di metà luglio, a ferie concluse. Se lo stato di emergenza venisse esteso oltre il 3 aprile, i tempi tecnici per fare tutto inizierebbero a diventare più stretti. Ma è oggi è presto per pensarci.

Anche perché la serie B gode comunque di un certo spazio di manovra che per esempio non ha la serie A. "Il presidente federale ha proposto alla Lega di Serie A, attraverso lo scivolamento delle giornate, di sfruttare tutte le date a disposizione fino al 31 maggio", fa sapere una nota della FIGC che introduce ai temi più dirompenti (oggi niente conferenza stampa sempre per motivi di carattere sanitario). "Qualora l’emergenza Covid-19 non dovesse consentire la conclusione dei campionati [...] un’ipotesi potrebbe essere la non assegnazione del titolo di Campione d’Italia e conseguente comunicazione alla UEFA delle società qualificate alle coppe europee; un’altra sarebbe far riferimento alla classifica maturata fino al momento dell’interruzione; terza ed ultima ipotesi, far disputare solo i play off per il titolo di Campione d’Italia ed i play out per la retrocessione in Serie B". Decisioni rimandate al 23 marzo, data del prossimo Consiglio federale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




VIDEOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News