Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Giugno - ore 09.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il flamenco non suona più, Juande dice addio: "E' stato un onore"

Il centrocampista andaluso lascia lo Spezia dopo quattro anni. "

UN POST CON IL CUORE
Il flamenco non suona più, Juande dice addio: "E' stato un onore"

La Spezia - La Passeggiata Morin è il viale del tramonto dell'esperienza di Juande allo Spezia. Il regista andaluso lascia gli aquilotti dopo quattro stagioni, il suo contratto in scadenza a fine mese non sarà rinnovato e lui sarà libero di accasarsi altrove. "Voglio ringraziare di cuore lo Spezia Calcio e tutte le persone del Golfo dei poeti per la splendida esperienza che ho vissuto, per la opportunità che ho avuto di giocare in Italia e di conoscere questo bellissimo Paese. Sono davvero onorato di aver fatto parte di questa grande famiglia. E’ stato un onore vestire questa maglia e di avermi trovato un spogliatoio fatti di uomini veri e grandi professionisti tra compagni, collaboratore e staff tecnico".

Stagione difficile la sua, che lo ha visto partire per la Spagna per diverse settimane a causa di problemi personali. Nel girone di ritorno uno dei più positivi sicuramente, centrocampista dall'eleganza con pochi pari in categoria. "Tutte le volte chi mi è stata data la possibilità di scendere in campo ho sempre cercato di dare il massimo con la consapevolezza di non essermi mai tirato indietro per aiutare i miei compagni. Mi dispiace non aver avuto la possibilità di dare l’addio ai tifosi, alla società e alla città nell’ultima partita della stagione al Picco ma come sempre ho rispettato tutte le scelte degli allenatori".

La foto che accompagna il posto lo vede ritratto di spalle con la moglie e il figlio con indosso la casacca aquilotta. Un trio che non era raro incontrare in Piazza Europa, uno degli angoli di città ancora dedicati al gioco dei più piccolo. "Ringrazio anche ogni persona che lavorano al Ferdeghini e allo stadio perché sono state sempre molto vicini e gentile con me. I tifosi che mi hanno rispettato sempre. Un grande grazie mille a Nenad Bjelica che è la persona che mi ha portato in Italia e mi ha fatto sfruttare di un meraviglioso anno e mezzo di calcio. Per ultimo un saluto speciale a doctore Poletti e Massimo Datteri perché sono stati persone molto importante per me. Vi saluto e vi mando un grande in bocca al lupo per il futuro. FORZA SPEZIA!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News