Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Aprile - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il Var da solo non sarebbe bastato a fischiare questo rigore

Ricordate il contatto Perticone-Piccolo ai play-off? La revisione video dell'episodio non sarebbe stata automatica.

Il Var da solo non sarebbe bastato a fischiare questo rigore

La Spezia - Cosa avrebbe fatto l'arbitro Federico La Penna quel 28 maggio del 2016 se nella semifinale play-off Spezia-Trapani fosse stato disponibile l'aiuto del Var? Difficile dirlo. Forse avrebbe richiesto di poter vedere il contatto tra Perticone e Piccolo nel cuore dell'area sullo schermo di bordocampo. Ma forse avrebbe comunque sorvolato lasciando ripartire l'azione con una rimessa da fondo campo, proprio come successe in quella partita di quasi due anni fa.
Un episodio che è rimasto negli occhi degli oltre 8mila tifosi presenti quel giorno allo stadio "Alberto Picco", visto e rivisto su smartphone e tablet. Un episodio che ha dato il suo contributo nel rendere evidente la necessità di aiutare i direttori di gara con l'uso della tecnologia anche nelle serie minori. Se il video assistant referee chiede oggi il presidente Mauro Balata per la serie B, lo voleva già il suo predecessore Andrea Abodi che quel giorno era oltretutto presente sugli spalti e che si definì "amareggiato" di quell'esito (qui l'articolo).

Era quello un evento che poteva passare dal vaglio dei replay dedicati? Certamente sì. Anzi, è probabilmente un episodio da manuale. Il check video è infatti previsto per prendere una decisione tra gol e non gol (non a caso l'azienda che lo rende disponibile è la stessa della goal line technology), nel caso di un intervento da rosso diretto dubbio (ma non di secondo cartellino giallo) o di sbagliata attribuzione della responsabilità di un fallo. Oltre a questi è ovviamente contemplata anche la situazione di un rigore dubbio.
La revisione però di un episodio come quello Perticone-Piccolo non è automatica perché tutte le decisioni, anche quella di lasciarsi aiutare da una riproposizione video dell'evento, spetta comunque all'arbitro con il fischietto in mano. Certo, nel caso specifico è altamente probabile che il Var, rivisto il tackle da varie angolazioni, avrebbe suggerito tramite auricolare a La Penna di andare al video prima di far riprendere il gioco. In generale però la bravura di un direttore di gara, il suo colpo d'occhio e il suo intuito, quantomeno nel comprendere quali situazioni possano essere considerate passibili di errore, rimarranno fondamentali anche in futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News