Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Granoche e Maggiore ai saluti, Angelozzi prepara tre squilli

Un centravanti, un'ala e un terzino sinistro. Forse altri due under per difesa e centrocampo.

I CORRETTIVI PROMESSI
Granoche e Maggiore ai saluti, Angelozzi prepara tre squilli

La Spezia - Granoche, Acampora e Maggiore verso la cessione; Bastoni e Shekiladze in prestito; Giorgi e Bassi che rischiano di finire fuori lista. Lo Spezia è pronto a darsi un taglio estivo. Segnali chiari quelli arrivati dall'amichevole contro l'Empoli di Sarzana. Andreazzoli schiera quasi una formazione tipo rischiando anche Krunic e poi presenta sei nuovi all'inizio della ripresa. Marino invece fa i primi cambi quando siamo a ridosso del settantesimo e, a parte un Pierini convalescente e De Francesco, lascia poco spazio a quegli elementi che sembrano tutti sul piede di partenza.

Addii. Bisogna trovare posto per tre acquisti di peso: centravanti, ala e terzino sinistro. I sacrificati sembrano ad oggi, mercato permettendo, Granoche e Acampora in primis. Il primo, 35 anni a settembre, andrà via a titolo definitivo con buona probabilità. Ma anche il secondo, promessa mai veramente sbocciata e da quest'anno in lista A, al momento non pare avere grande futuro in aquilotto anche in prospettiva. Quella di Maggiore è una cessione certa da due mesi ormai.
Guido Angelozzi proverà poi a piazzare in prestito sia Bastoni, che in serie C ha grande mercato ad alto livello ma ha anche richiesta in cadetteria, e Shekiladze reduce da una stagione da dimenticare quasi in toto. Quella di Giorgi è una grana, perché il calciatore non vuole scendere di categoria, il suo ingaggio si è in pratica raddoppiato al secondo anno e rischia di finire di nuovo fuori lista. Così Bassi, addirittura terzo portiere over lì dove la dinamica più normale sarebbe forse avere un giovane alle spalle di Lamanna.

In difesa. Questo piano apre la porta a nuovi innesti per Pasquale Marino, che ha lavorato sul campo in accordo con il direttore generale conscio di dover attendere le ultime settimane di mercato per avere rinforzi. In difesa dovrebbe arrivare un terzino sinistro - le piste portano sempre allo svincolato Salvatore D'Elia e a Gianluca Di Chiara dal Benevento - ma anche un nuovo centrale under che arrivi a fare il quinto è tra le possibilità vista la partenza di Gabriele Corbo. Come vice De Col quindi rimarrebbe il jolly Vignali.

A centrocampo. Con Capradossi, anche Matteo Ricci è promesso sposo ormai da settimane. Sia De Francesco che Bolzoni vanno verso la conferma, anche perché l'ingaggio del secondo quest'anno è diventato pienamente di categoria e non è facile piazzarlo. Anche Mora è destinato a rimanere, ma in ogni caso c'è spazio per un sesto elemento che potrebbe essere il santerenzino Cassata o in alternativa Davide Frattesi, mezzala reduce da un ottimo campionato europeo con l'under 19. Pare ormai infatti inarrivabile lo juventuno Luca Clemenza, tenuto sott'occhio per tutta l'estate, che sta facendo un precampionato strepitoso con la maglia bianconera.

In attacco. E' il reparto su cui c'è più da lavorare. Rimane Okereke, portandosi dietro anche questa stagione una serie di aspettative che non gli avevano fatto bene in altre occasioni. In salita le azioni di Gyasi come rincalzo, di fatto una delle tre ali in rosa insieme a Pierini e Mastinu, che ne ha ancora per qualche tempo. Qui si attendono gli squilli di tromba da parte di Angelozzi, che osserva la situazione di alcuni elementi di serie A che non stanno trovando spazio. Sono già stati tagliati sia Galabinov dal Genoa che Ragusa dal Sassuolo, finiti ad allenarsi lontano dai ritiri, ma di scendere di categoria non vogliono parlare per adesso.
Fino al 17 agosto però c'è tempo per cambiare idea, soprattutto se il Frosinone non si farà avanti, e lo Spezia vuole essere tra le candidate per entrambi. I rossoblù vogliono cedere il bulgaro a titolo definitivo e potrebbero aiutare sull'ingaggio, non distante da quello che aveva Lamanna, ma il contratto è ancora lungo: 2020. L'esterno aspetta la massima serie ma per ora non ha trovato richieste. Situazioni che, senza uno sbocco all'estero, potrebbero muoversi solo nelle ultime ore di mercato. Le alternative sono al momento La Mantia dell'Entella e Soddimo del Frosinone, impegnato in una tourné ma non certo di restare. La prima mossa sarà però tentare di chiudere per Scamacca, su cui il Pescara non lascia nulla di intentato con il Sassuolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News