Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Gennaio - ore 08.54

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Genoa superato dalla Juventus, il Parma strappa un punto al Milan

le altre
Genoa superato dalla Juventus, il Parma strappa un punto al Milan

La Spezia - Genoa-Juventus 1-3
Dopo un primo tempo giocato a ritmi blandi a Marassi Genoa e Juventus si svegliano nella ripresa offrendo al pubblico 4 gol. Uno lo realizza Dybala, due Ronaldo, per l'1 - 3 finale condito dal momentaneo pareggio firmato dall'ex Sturaro. I bianconeri tengono quindi il ritmo di Inter, Napoli, Sassuolo e Roma, cosicchè nella parte alta della classifica, in attesa della gara del Milan a San Siro, non cambia nulla.

Nei primi quarantacinque i bianconeri giocano praticamente nella metà campo del Genoa, ma senza impensierire Perin, che non corre pericoli. Nella ripresa ci pensa Dybala, con un'azione personale al 57', a sbloccare il risultato. Il Genoa però è bravo a pareggiare dopo soli 4 minuti, grazie ad una conclusione al volo di Sturaro su traversone di Pellegrini. Gli ospiti alzano allora il ritmo e grazie a Cuadrado e Morata conquistano due rigori, uno al 78' e uno all'89', entrambi trasformati dallo specialista Ronaldo.

Continua così il periodo negativo del Genoa, che mai nella sua storia in A aveva perso cinque gare di fila in casa, mentre la Juventus allunga due record: nessuno al debutto in A era rimasto imbattuto come allenatore nelle prime undici gare, e nessun calciatore, nell'era dei tre punti, aveva segnato quanto Ronaldo nelle sue prime 71 presenze in A (ben 62 gol).


Milan-Parma 2-2
I rossoneri rallentano e dietro si avvicinano tutte perchè alle spalle della capolista hanno vinto tutte le prime sette inseguitrici. Si accorcia quindi a tre punti il vantaggio del Milan sui cugini dell'Inter, in questa fuga "milanese" in testa al campionato. Dietro i nerazzurri ci sono però subito, a una sola lunghezza, Napoli e Juventus, e mercoledì il turno infrasettimanale offre le splendide sfide a San Siro tra le squadre di Conte e Gattuso e all'Allianz tra quelle di Pirlo e Gasperini.

Al Meazza questa sera il Milan viene frenato dalle ripartenze del Parma e dalla sfortuna, con quattro legni colpiti. Clamoroso il doppio incrocio dei pali colpito uno dopo l'altro nella stessa azione da Diaz e Calhanoglu.

Il Parma sblocca per primo il match con un preciso piattone di Hernani al 13'. Il Milan, come detto, crea occasioni e colleziona tre legni, ma a passare sono ancora gli ospiti, con un contropiede chiuso di testa da Kurtic al 56'. I rossoneri non si dannano e reagiscono subito, accorciando le distanze con Theo Hernandez al 58' con un imperioso stacco di testa. Nel forcing finale è ancora il terzino sinistro, con un preciso tiro da fuori dopo respinta di Sepe, a fissare al 91' il definitivo 2 - 2.


(fonte Lega serie A)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News