Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 07 Dicembre - ore 19.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fischietto e laurea, la Spezia ha le sue promesse

Dietro Rossi, già visto per Pisa-Benevento, la sezione spezzina dell'Aia festeggia quattro ragazzi passati all'organico regionale.

Fischietto e laurea, la Spezia ha le sue promesse

La Spezia - Dopo aver festeggiato le moltissime riconferme e i numerosi passaggi di arbitri, assistenti e osservatori negli organi tecnici nazionali, arrivano ancora ottime notizie per la Sezione della Spezia guidata dal Presidente Loris Pedroni. È subito iniziata alla grande la stagione, infatti, il 23 agosto, nella 1° giornata di Serie B, l’assistente Christian Rossi è sceso in campo nel match tra Pisa-Benevento.
Ottime notizie sono arrivate anche per quattro ragazzi che dopo aver arbitrato nelle categorie sezionali, ossia dai giovanissimi alla 2° categoria, hanno ottenuto il passaggio all’organo tecnico regionale; qui inizieranno il loro percorso sui campi di 1° categoria, con la speranza di affrontare poi partite dei campionati di promozione ed eccellenza ligure. Tra questi c’è Luca Vaccaro, 20 anni, studente di scienze politiche presso l’Università di Pisa e che ha da poco ricevuto il premio “Cristian Villella”, in quanto associato più promettente. "Dopo quattro anni di sacrifici sono finalmente riuscito a raggiungere l’obiettivo che mi ero imposto, il passaggio in regione. Mi auguro che tutta l’esperienza accumulata in questi anni a livello sezionale mi sia di aiuto nella prossima stagione che sicuramente sarà piena di nuovi stimoli”.

Dello stesso corso arbitri, ma di un anno più grande, transita in regione anche Pietro Pignataro, studente di ingegneria nautica presso il Polo Marconi della Spezia. Pietro ha voluto raccontare il suo approccio al mondo dell’arbitraggio e ha sottolineato un momento particolare di ogni partita che porta nel cuore: “Ho iniziato a fare l’arbitro per pura curiosità, il mondo del calcio mi è sempre piaciuto e la figura dell’arbitro mi ha sempre affascinato, così un giorno andai in Sezione insieme a un mio amico per iscrivermi al corso arbitri; da quel giorno è iniziata la mia avventura, che pur non essendo stata una passeggiata per via di molteplici infortuni mi ha portato a raggiungere il mio primo obiettivo, quello di passare in regione. Dell’arbitraggio mi piace tutto, ma c’è un momento che secondo me è la cosa più bella: i secondi prima del fischio d’inizio, perché si avverte la tensione nell’aria mista all’inconfondibile odore del campo di gioco, unita ai mille sguardi tra i giocatori che si studiano e mi studiano, ecco secondo me quello è uno dei momenti maggiormente ricco di emozioni della partita”.

Assieme a loro Luca Ugolini, 19 anni, appena diplomatosi presso il liceo scientifico Pacinotti: “Ho frequentato il corso arbitri perché il direttore di gara è quella figura che nell’ambito del calcio mi ha sempre affascinato maggiormente. Ho iniziato a dirigere le prime gare a febbraio 2016 e adesso continuo a scendere in campo con la stessa fame e la stessa voglia di allora. Ho raggiunto il primo obiettivo che mi ero prefissato: miro a migliorarmi ancora, senza perdere la passione e il divertimento. Ben venga l’agonismo ma non si perda mai il piacere nello scendere in campo. Ho sempre preso Nicola Rizzoli come modello: non il migliore di tutti i tempi, ma sicuramente il più intelligente. Mi piacciono gli arbitri diplomatici, un buon dialogo è la chiave vincente nella gestione di una gara”. Gianluca Vezzi, 18 anni, studente del Pacinotti, è il più giovane a raggiungere questo traguardo: “Sono molto contento di aver raggiunto questo obiettivo in così poco tempo, so di essere giovane, ma darò il massimo per andare avanti. La strada è ancora lunga e sempre più in salita”.

Loro e tutti gli altri arbitri e assistenti spezzini appartenenti al Comitato Regionale Arbitri Liguria dovranno dapprima affrontare i test atletici il 7 settembre a Sestri Levante e poi recarsi in ritiro a Loano per svolgere i quiz sul regolamento e ricevere le disposizioni tecniche e approfondimenti riguardanti le novità regolamentari. Una volta superati i test e i quiz, Luca, Gianluca e Pietro saranno pronti a debuttare in prima categoria; a loro va il più grande augurio da parte del Presidente Pedroni e di tutta la sezione spezzina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gianluca Vezzi
Luca Ugolini
Luca Vaccaro riceve il premio Villella


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News