Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Ottobre - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fezzano ha il suo Weah, i verdi primi nel campionato di serie D

Tre vittorie su tre. Battuto anche Milano City, la terza società meneghina dopo Milan e Inter.

partenza sprint
Fezzano ha il suo Weah, i verdi primi nel campionato di serie D

La Spezia - E' una Fezzanese che sta veramente stupendo tutti quella di questo inizio di stagione. Dopo le buone prove in Coppa Italia, eliminato il Sestri Levante e uscita dalla competizione solo ai rigori con la Lavagnese, la squadra di mister Sabatini ha centrato ieri la terza vittoria su tre in campionato in cui staziona in testa alla classifica insieme alla corazzata Lecco e al Ligorna. Ieri a fare le spese dell'ottimo momento di forma dei verdi di Fezzano, che ricordiamo rappresentano il piccolo borgo marinaro di Porto Venere di circa 700 abitanti in un campionato come la quarta serie nazionale, è stato il quotato Milano City ossia la terza squadra di Milano dopo Milan e Internazionale.

I granata, che schieravano in attacco anche il brasiliano Neto Pereira, ex bomber del Varese in serie B e in passato avversario dello Spezia Calcio, hanno dovuto arrendersi ai colpi dei soliti Baudi e Cherif Diallò che avevano già deciso anche la partita precedente di Borgaro Torinese. Se Baudi oramai da anni è alla ribalta tra i dilettanti, vestendo da otto stagioni la maglia verde ed essendone il secondo miglior marcatore della storia, una menzione particolare va fatta al colosso Diallò passato in estate dai campi di prima categoria alla serie D. Un impatto devastante per questo attaccante liberiano che in alcuni colpi ricorda il suo illustre connazionale George Weah.

Basta andare a vedere il gol siglato due domeniche fa al Borgaro Nobis quando partì palla al piede dal proprio limite dell'area e arrivato al limite dell'area avversaria ha scaricato un potente destro all'angolino basso che ha di fatto chiuso il conto. Non solo i due uomini copertina di ora perchè anche la tenuta della squadra è di quelle importanti non avendo ancora subito una rete in tre partite. Programmazione e piedi per terra, queste le parole d'ordine in società. Una programmazione che ha portato il piccolo borgo di Fezzano a disputare la serie D per tre campionati negli ultimi quattro anni.

E ora si sogna la serie C? L'inizio sfolgorante non ha comunque cambiato gli obbiettivi della società che punta ad ottenere la salvezza nel più breve tempo possibile. Una società piccola che opera tra mille problemi e sforzi non avendo a disposizione un proprio campo per gli allenamenti e dovendo sempre essere ospitata anche per le gare interne di campionato che si giocano a Sarzana. A questo si sono aggiunte tutte le problematiche logistiche per essere stata inserita nel Girone A con piemontesi, liguri e lombarde con trasferte molto più lunghe e costi molto più elevati rispetto al Girone E con il raggruppamento toscano. Ma il sodalizio del presidente Arnaldo Stradini si è rimboccato le maniche fin da subito e ha iniziato a lavorare alacremente, questo inizio sfolgorante di stagione è lì a dimostrarlo.

Borgaro Nobis-Fezzanese 0-2

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News